L’emozionante ordinazione sacerdotale di Christian Suriano

L’emozione è tanta, evidente sul volto di Christian Suriano. E’ sempre più vicino un passo importante, fondamentale, gioioso della sua vita: l’ordinazione sacerdotale nella Chiesa Santa Maria Libera Nos a Scandalis. Con l’arcivescovo Segretario della Congregazione Istituti di Vita Consacrata e Società di Vita Apostolica Jose Rodriguez Carballo e gli altri religiosi vocazionisti (tra cui don Antonio, don Vittorio, don Vito, don Giuseppe, padre Albano) è giunto in processione da via Santa Maria e sui suo occhi si legge la giusta tensione per un rito che arricchirà ulteriormente la sua esistenza terrena. “Un giovane di 25 anni ha deciso di fare voto di povertà, castità ed obbedienza – sottolinea il celebrante – Si consacra per sempre al Signore che lo ha amato e, un giorno quando era bambino, lo chiamò per essere suo amico, discepolo, pescatore di anime. Una scelta significativa per la quale ci vuole coraggio e lui lo ha avuto. Molti rinunciano prima di compiere questo passo”. In una società sempre più individualista e consumistica dedicarsi al prossimo, soprattutto ai sofferenti, agli indigenti, è una filosofia che appartiene a pochi. Lui è tra questi ed ora sarà un pastore del popolo ed un apostolo dell’ascolto perché sarà tra la gente per sentire che è quello che tanti desiderano e donerà il perdono a chi glielo chiederà. “Essere sacerdote, soprattutto in Europa, non è una carriera o un privilegio, ma un servizio umile, una missione – prosegue l’Arcivescovo nella toccante omelia – Non siamo superstar, ma semplici uomini cui i fedeli devono chiedere di essere autentici, vivere nella verità, senza farsi scoraggiare dalle debolezze, ma disposti a tendere la mano a tutti. Apriamo la propria mensa a chi ne ha bisogno, non escludiamo nessuno dal nostro amore, annunciamo la parola di Dio ovunque, senza paura, senza abituarci mai alla celebrazione dell’Eucarestia”. Don Christian ha avuto la possibilità di benedire i numerosi presenti (anche all’esterno dell’edificio sacro). Un piccolo fuoriprogramma nel rito classico che è stato seguito, in diretta, nel mondo, grazie alle riprese curate da Dialogos e da Quarto Canale Flegreo. Erano anni che non si assisteva all’ordinazione sacerdotale di un quartese e l’attesa, l’entusiasmo dei residenti era immensa. Molti lo hanno salutato al termine della Messa quando sul suo volto si notava un sorriso smagliante. Un segno di felicità, gioia, fierezza per la scelta compiuta. Auguri dalla redazione di Risonanze Mediatiche.

 

Se leggi questo messaggio significa che hai letto l’articolo. Ora clicca sul google adsense inserito in questa pagina. Un gesto piccolo, veloce, gratuito per te, ma molto importante per noi.

 

LA PRIMA INTERVISTA DI DON CHRISTIAN SURIANO

Don Christian: “Parlare con Cristo e tra noi”





Commenti