Chiusura di stagione con sconfitta per il Quartograd

In un pomeriggio dal clima quasi estivo, quest’oggi si è disputata al “Giarrusso” Quartograd – Rione Terra, gara valida per la trentesima ed ultima giornata del Girone B di Promozione e che ha visto vincitori gli ospiti per 3 reti ad 1. Con entrambe le squadre salve le due compagini non giocano con il sangue agli occhi e questo particolare rende il match quasi un incontro amichevole, un ulteriore allenamento in vista della stagione prossima. Nel primo tempo il Quartograd mantiene il baricentro molto basso, pronto a ripartire con il trio Maradona-Nasti-Vacca sempre alla ricerca del passaggio vincente per il duo pesante d’attacco composto da Rizzo e Frangioni. D’altra parte, però, Riccio e Tafuto coordinano bene le azioni del tridente inafferrabile degli ospiti composto da Del Giudice, Luciano Nasti e Di Roberto. Al 12° Maradona si libera bene di un paio di avversari e smarca Rizzo che poi sponda per Lorenzo Nasti che dalla trequarti calcia a lato. Gli ospiti rispondono al 20° quando un lancio dalla linea di metà campo di Carnevale mette Del Giudice all’uno contro uno con Liccardo che viene saltato proprio dal numero 9 ma questi trova la difesa casalinga pronta a ribattere il suo cross in mezzo. È l’azione che vivacizza la partita, da questo momento, infatti, nascono occasioni sia da una parte che dall’altra. Al 22° il Quartograd va vicinissimo al vantaggio con Vacca dopo uno scambio in area con Lorenzo Nasti, ma il suo tiro-cross esce di poco a lato. Pochi secondi dopo la mezzora un errore dei centrali di casa lascia filtrare il pallone per Di Roberto che da solo contro Liccardo tira un diagonale che sfiora il palo più lontano. È solo una piccola anticipazione di quello che poi sarà il vantaggio ospite al minuto 35: grande azione di Del Giudice che entra in area, complice anche una marcatura di Cotena molto morbida, e libera un diagonale vincente che spiazza il numero 1 di casa. Il gol chiude un primo tempo dove il Rione Terra l’ha fatta da padrone per possesso palla e per occasioni create. La ripresa comincia con l’inserimento di Rinforzi e Capuano per gli stanchi Frangioni e Torino, ma la gara non cambia, anzi, all’inizio del secondo tempo arriva il doppio vantaggio ospite: Riccio libera con una verticalizzazione Del Giudice che crossa in mezzo per Luciano Nasti che non spreca e segna il gol sicurezza. Il Quartograd sembrerebbe svegliarsi proprio con il gol ospite, ma i tiri di Capuano, Rizzo e Maradona non riescono ad impensierire più di tanto Romano. Proprio nel momento migliore della squadra del calcio popolare, però, al 63° Riccio controlla un buon pallone al limite dell’area azulgrana che poi stampa sul palo più lontano, sulla ribattuta Luciano Nasti firma la sua doppietta e porta a più tre gli ospiti. Tramortiti dallo svantaggio pesante, il Quartograd costruisce tanto ma conclude poco. Sul finire di partita, però, arriva prima la traversa di Capuano e poi il gol della bandiera di Lorenzo Nasti che, dunque, chiude la gara sul 1-3. Prima stagione in Promozione che, dunque, gli uomini di mister Capuano chiudono a 41 punti. Sicuramente è stata un’annata entusiasmante per il team del calcio popolare che ha continuato a scrivere pagine importanti nella storia di questo club con una salvezza, praticamente, mai seriamente messa in discussione. Stesso discorso per l’altra compagine flegrea in campo quest’oggi, che chiude il campionato a 44 punti.

ASD QUARTOGRAD: Liccardo; Savarese, Dente, Saady, Cotena; Torino (46° Rinforzi), Vacca, Lorenzo Nasti, Maradona (78° Di Criscio); Rizzo, Frangioni (46° G. Capuano). A disp.: Marini, Sivero, Di Fraia, Biscardi. All.: Pasquale Capuano

RIONE TERRA: Romano; Aborino, De Felice, D’Oriano, Stellato; Riccio, Tafuto (72° Blasio), Carnevale (75° Tignola); Del Giudice, Luciano Nasti, Di Roberto (67° Testa). A disp.: Casolaro, Rega, Della Monaco, Astuti. All.: Platano

Marcatori: 35° Del Giudice 52° – 63° Luciano Nasti (RT) 86° Lorenzo Nasti (Q

Ammoniti: Vacca, Di Criscio, Rinforzi (Q)

Arbitro: Vittorio Palma sez. Napoli

 

 





Commenti