Bacoli, una Maggioranza alla deriva?

Sono giorni difficili e pieni di tensione per il Sindaco di Bacoli Josi Gerardo Della Ragione.  A distanza di una ventina di giorni dal prossimo Consiglio, quello che inquadrerà il bilancio del Comune,  ancora non sono certe le sorti dell’attuale maggioranza. Ieri, venerdi 29 aprile presso la Scuola Media Statale Antonio Gramsci si è tenuta una nuova seduta del civico consesso che aveva come ordine del giorno la determinazione delle aliquote dell’IMU, dell’IRPEF e della TARI. Come ci si poteva aspettare, è stato posto un altro problema serio che sicuramente non andava a favore del Sindaco: i mancati pagamenti degli stipendi ai dipendenti comunali che, da qualche giorno, sono in stato di agitazione. I Sindacati sono seriamente preoccupati perchè pensano che anche se arrivassero in ritardo, questa situazione potrebbe ripetersi in futuro. Sono scontenti e delusi dell’operato del primo cittadino. Il proprio dissenso è stato manifestato anche da un gruppo di ragazzi che si sono presentati, in sala, con uno striscione che recitava: “Per Bacoli…Dimettetevi” . E’ chiaro, a questo punto , che anche sta svanendo l’ intento di dare una speranza ai ragazzi, proprio quelli che cinque anni fa riempivano le sale del Consiglio per appoggiarlo e sostenerlo nella sua scalata allo scranno più alto. Tornando alla questione stipendi (anche ai fornitori) è intervenuto l’Assessore al Bilancio Alessandro Parisi che ha accusato la precedente amministrazione di aver lasciato nelle casse dell’ente un buco di circa 39 Milioni di Euro. Inoltre ha puntualizzato che mancano gli incassi di alcuni residui attivi che servivano per finanziamenti e pagamenti. “Il Sindaco è solo, o peggio ancora in compagnia di Parisi – afferma il consigliere di opposizione Nello Savoia – Lo abbandonano i suoi ed anche i sindacati. Tra il pubblico, striscioni di protesta, fischi e disapprovazione. La cosa più scandalosa è che non ho ricevuto alcuna risposta alle mie domande”. Anche nella stessa maggioranza serpeggia del malumore. In cinque sembrano disorientati dall’azione politica. Credevano in un programma che non è più seguito e questo è un motivo di distacco. Lo scenario, nel bene o nel male, sembra quello di cinque anni fa, con le stesse accuse, ma con parti invertite: un Sindaco accusato di negligenza ed un’opposizione che chiede di tutto cercando il pelo nell’uovo e rammaricando le azioni e le denunce fatte  da Josi Gerardo Della Ragione quando ancora non aveva la “fascia tricolore”. Un continuo scarica barile che penalizza la città di Bacoli che ancora non ha visto un miglioramento.

 

 





Commenti