derby

Rizzo decide il derby flegreo

Al “Giarrusso” di Quarto un gol di Fabio Rizzo regala il derby flegreo al Quartograd. In una mattinata dal clima afoso e sotto gli occhi di un centinaio di persone, la squadra di Amazzini vince di misura contro il Rione Terra che incappa nella seconda sconfitta in campionato.
È un partita difficile per entrambe le squadre in campo, messe alla meglio dai propri allenatori e accorte sul piano difensivo. Poche, infatti, sono le sortite offensive degli attaccanti che non riescono quasi mai ad impensierire i portieri. Dunque, visto che in area non si riesce ad entrare, ci si prova dalla distanza. Sono gli ospiti a provarci di più, proprio con tiri da fuori area affidati a Del Giudice e Tafuto, con il Quartograd che per la prima mezzora soffre la circolazione di palla avversaria. Ma è proprio sui piedi dei padroni di casa che si ha l’unica vera palla-gol del primo tempo: Capuano al 30° sgattaiola sul fondo, si accentra e crossa basso un pallone in mezzo all’area di rigore ospite, una serie di tocchi porta la sfera sul destro di Vacca che di prima intenzione impegna un preparato Romano in calcio d’angolo. Dopo quest’occasione un tiro di Rizzo terminato fuori chiude i primi 45 minuti. La ripresa inizia sulla falsa riga del primo tempo con entrambe le squadre che non riescono a creare chiare occasioni da rete. Allo scoccare dell’ora di gioco, però, il Quartograd passa in vantaggio: corner di Capuano per la testa di Rizzo che colpisce la palla dell’1-0. Seconda gioia stagionale per l’ariete azulgrana e gol fondamentale per il match. Ci si aspetterebbe una reazione ospite, ma sono i padroni di casa che sfiorano la rete 3 minuti dopo con Maddaluno che sfonda sulla trequarti campo e di destro cerca il palo più lontano trovando, però, soltanto il fondo. Al 67° Del Giudice cavalca su tutta la fascia sinistra arrivando in area di rigore ma Iengo salva in uscita, sul contrasto il numero 9 del Rione Terra è costretto ad uscire per infortunio. La partita si fa più dura creando qualche momento di tensione che impegnerà il direttore di gara. Il Quartograd cerca prima con Capuano, poi con il neoentrato Monda a segnare il gol sicurezza, ma prima un elastico Romano, poi la mancata cattiveria sottoporta lasciano la partita aperta. Gli ultimi minuti del match sono affidati al forcing degli ospiti, che però, non trovano la rete del pareggio. Al fischio finale Tafuto inveisce contro l’arbitro Gennaro Mazzola della sezione di Napoli e viene espulso. Si interrompe la “pariggite” del Quartograd con questa importante vittoria. Tre punti ottenuti con il minimo sforzo per gli uomini di Fabio Amazzini che, quindi, volano a 9 punti, uno in meno proprio degli avversari odierni che scivolano al 6° posto in classifica. Il Rione Terra, che arrivava da tre vittorie consecutive, sbatte contro la squadra del calcio popolare non impegnando nemmeno una volta Iengo.

ASD QUARTOGRAD: Iengo, Savarese, Dente (80’ Torino), Saady, Cotena), De Vivo, Vacca, Maddaluno, Rizzo (85’ Monda), Capuano (89’ Biscardi), Parisi A disp.: Marini, Di Criscio, Bonifacio, Falivene. All. Amazzini

RIONE TERRA: Romano, Carandente, De Luca, Lanuto, Stellato, D’Oriano (46’ Di Costanzo), Carnevale (50’ Barretta), Tafuto, Del Giudice (71’ Astuti), Nasti, Di Roberto. A disp.: D’Aniello, De Felice, Iamunno, Testa. All. Perna

Marcatori: Rizzo 60’.

Ammoniti: De Vivo (Q) Maddaluno (Q) Vacca (Q) Cotena (Q) Lanuto (R) Stellato (R)
Espulsi: Tafuto (R)

Arbitro: Mazzola

 





Commenti