14914637_10211877514720111_1213591534_n

Il Quartograd ferma la capolista

Stamattina al “Giarrusso” di Quarto si sono affrontate Quartograd e Nuova Ischia, partita valevole per l’ottava giornata di campionato di Promozione del Girone B. Gli isolani, primi in classifica a punteggio pieno, sono stati fermati sul risultato di 2-2 da un buonissimo Quartograd. La prima frazione di gioco è di marca Nuova Ischia. Gli ospiti, infatti, costruiscono numerose trame di gioco e tengono i padroni di casa quasi sempre nella propria metà campo. Già dopo 8 minuti Iengo deve intervenire con i pugni su un tiro ravvicinato di Matarese servito in area da Marano. Al quarto d’ora dalla sinistra parte un cross diretto sul secondo palo, dove è appostato il solissimo Paradiso, ma questi svirgola e manda al lato la possibile palla del vantaggio. Pochi giri d’orologio e gli isolani passano: punizione sulla trequarti destra a battere va Cuomo, il suo sinistro viene parato in bagher da Iengo, pallone preso da Arcobelli che insacca. Gli ospiti vanno addirittura vicini al raddoppio al 26° con la zuccata di Di Costanzo su cross di Cuomo, che però viene fermata dalla traversa.
Nella ripresa gli uomini di Amazzini scendono in campo con un piglio diverso. Gli azulgrana tengono il campo, dominano sul possesso palla e cominciano a innescare Capuano, punta di diamante della squadra. Al 57° Savarese batte una rimessa laterale offrendo il pallone a Rizzo che crossa in area proprio per il numero 10 che evita due difensori e firma la rete del pareggio con un destro di cattiveria. Non c’è nemmeno il tempo di esultare che Capuano firma la sua doppietta appoggiando in rete un grandissimo pallone di Rinforzi lanciatogli da centrocampo. Vantaggio per i padroni di casa e quarta rete del campionato del talento flegreo. La partita sembra finita, con il Quartograd che sta per agguantare i tre punti, ma al 33° una mischia in area porta il pallone a Muscariello che di testa batte un immobile Iengo.
Si ferma a 7 la striscia positiva degli uomini di Di Meglio che impattano contro la squadra del calcio popolare che pare aver dimenticato la manita subita una settimana fa dalla Bacoli Sibilla.

 





Commenti