prefabbricato

Fruibile il prefabbricato della Gobetti

Giovedì pomeriggio è stata inaugurata la Biblioteca Pubblica ideata dal Collettivo Autorganizzato Popolare. Il varo c’è stato alle ore 16 quando diversi cittadini hanno scoperto i locali del prefabbricato sito nel cortile della scuola Gobertti (al Corso Italia 366) che nei mesi scorsi sono stati ripristinati grazie all’impegno di un imprenditori ed al supporto economico del collettivo, di alcuni consiglieri comunali e di altri residenti.
Diversi libri sono stati donati ed ora sono fruibili a tutti, dal lunedì al sabato dalle 9.30 alle 13 e dalle 15 alle 19. L’open day è stato addolcito da un piccolo aperitivo con sangria, spremuta d’arancia della casa.
Nello stesso pomeriggio questa struttura è stata oggetto anche del civico consesso. “I ragazzi della Consulta – sottolinea il capogruppo di Uniti per Quarto Giovanni Santorohanno fatto una colletta per raggiungere l’importo necessario per la certificazione necessaria. Vi ho partecipato con piacere, ma ora occorre un regolamento per l’uso di quei vani dato che sono a disposizione di tutte le consulte e non di una sola”. “Da tempo – replica il consigliere Roberta Buianola commissione politiche sociali sta lavorando su questo testo che sarà condiviso con i ragazzi. Ricordo, inoltre, che recentemente abbiamo tenuto un bellissimo e prolifico incontro con le associazioni presenti sul territorio” durante il quale “sono scaturite le modifiche da apportare al regolamento. Una sorta di apprendimento cooperativo in cui tutte le parti crescono confrontandosi e condividendo pensieri e proposte. Un altro passo avanti verso la democrazia partecipata che è un valore fondamentale per” questa commissione che è consapevole di non essere sempre riuscita “a lavorare seguendo questo principio, ma ogni giorno” cerca di fare del suo “meglio step by step”.

 

Se leggi questo messaggio significa che hai letto l’articolo. Ora clicca sul google adsense inserito in questa pagina. Un gesto piccolo, veloce, gratuito per te, ma molto importante per noi.





Commenti