PIAZZA SANTA MARIA 23

Impegno orale, ma nulla viene fatto concretamente

Prosegue l’impegno verso la riqualificazione urbana del consigliere indipendente Vincenzo Di Pinto che, girando per il paese, ha notato un’altra stranezza. “Questa è la piazza principale di Quarto dove dovrebbero convergere i primi tentativi di rivalutazione del nostro territorio. Un impegno preso solo attraverso gli slogan, ma nulla viene fatto concretamente.

I cittadini devono provvedere a fare da soli le denuncie, e i commercianti sono oramai demoralizzati. Non viene richiesto il minimo controllo! La gente si allontana sempre di più, e con essa tutta l’economicità che dovrebbe invece dare sollievo a chi investe a Quarto.

Quali sono i vantaggi di un imprenditore che oggi intende aprire un’attività commerciale nel centro storico?

La risposta è che non ci sono valori aggiunti, e si tocca con mano l’incapacità di chi dovrebbe garantire alle attività produttive il minimo per lavorare con dignità. Non viene richiesto il minimo controllo!!”

 

Approfittiamo di questa nota per segnalare che ci sono altri punti (nel parcheggio esterno allo stadio Giarrusso, via Brindisi, via Lenza Lunga parallelo ai binari della Circumflegrea, via Campana altezza stazione metropolitana) in cui è presente spazzatura che andrebbe smaltita diversamente (tramite il “classico” tal quale o con il deposito all’isola ecologica di via Lenza Lunga). Tali zone sono state prontamente segnalate alla Polizia Municipale per contribuire alla loro azione di contrasto a questo tipo di inciviltà. Ci auguriamo che i futuri “ispettori ambientali volontari” sino molto attivi nel monitoraggio del territorio

 

Se leggi questo messaggio significa che hai letto l’articolo. Ora clicca sul google adsense inserito in questa pagina. Un gesto piccolo, veloce, gratuito per te, ma molto importante per noi.





Commenti