Affascinante il presepe artistico meccanico di Pontelagoscuro

Inaugurata questa mattina, presso il centro di promozione e sociale “Il quadrifoglio”, la 28ima edizione del presepe artistico meccanico di Pontelagoscuro (frazione di Ferrara). Su una superficie di circa 60mq, la natività è stata inserita in un contesto storico particolare, inedito. A dominare la scena, colpendo subito l’attenzione dei visitatori, c’è il castello estense (simbolo della città emiliana) che sovrasta via Coperta, la strada caratterizzante per molti secoli il centro di questa località.

Intorno, poi, ci sono abitazioni che richiamano questa frazione, ma soprattutto gli antichissimi mestieri di oltre 2000 anni fa (lavandaia, arrotino, maniscalco, pastore, contadino, pescatore) con le statuine che effettuano piccoli movimenti che descrivono ulteriormente quelle attività.

A rendere più suggestivo il presepe una nevicata su uno scorcio del territorio, un ruscello con l’acqua che circola veramente, un fiume con l’effetto delle onde, la profondità della fu Betlemme. Infatti, in più punti, nascosti dalle montagne, ci sono altre case di piccole dimensioni perché tanto lontane.

C è, inoltre, l’alternarsi del giorno e della notte a meravigliare, soprattutto, i bambini che, alla improvviso, si ritrovano al buio, non vedono più nulla per qualche istante sino a quanto il canto del gallo annuncia l’arrivo del nuovo di. L’atmosfera natalizia è scandita dalla riproduzione leggera, in sottofondo dei brani tipici di questo periodo dell’anno.

Un’opera affascinante, stupenda, che merita di essere vista, ammirata da adulti e piccini. È possibile farlo ogni giorno, sino al 6 gennaio, dalle ore 9 alle 12 e dalle 14 alle 18 presso la bella struttura di via Savonuzzi 54 (traversa di via Padova).

 

Che questo Natale vi travolga in un caloroso abbraccio, portandovi tanta allegria!!

 

Se leggi questo messaggio significa che hai letto l’articolo. Ora clicca sul google adsense inserito in questa pagina. Un gesto piccolo, veloce, gratuito per te, ma molto importante per noi.

 

FOCUS SULLA STORIA DELLA TESTATA RISONANZE MEDIATICHE

La nostra storia





Commenti