Si ride e si scherza ascoltando i Monologhi della vagina

Si ride e si piange ascoltando i Monologhi della vagina. Le interviste dell’americana Eve Ensler, diventate un testo teatrale rappresentato in tutto il mondo negli ultimi vent’anni, saranno lette sabato 23 febbraio, alle 21, in auditorium dal gruppo V Day Rovigo.

Abbiamo accolto la proposta delle ragazze del V Day perché il contrasto alla violenza sulle donne si fa anche con la cultura – ha detto l’assessora alla cultura Irene Bononi -, l’iniziativa è stata non solo patrocinata dal Comune, ma condivisa dal forum delle associazioni a dimostrazione della trasversalità e dell’interesse che merita”.

Occhiobello sarà l’unica data dello spettacolo in Polesine e il ricavato della serata, a offerta libera, verrà devoluto a un’associazione del territorio come ha spiegato l’assessora alle pari opportunità Laura Pasquini: “Le offerte andranno all’associazione Genesi che gestisce una casa di accoglienza per persone, anche donne, in difficoltà, si tratta di una realtà che lavora per aiutare famiglie con minori e persone sole ”.

Chiara Piredda e Moira Marinello del V Day, anticipando lo spettacolo, hanno parlato della reticenza che ancora si riscontra sul tema della violenza e del corpo della donna: “Dobbiamo sconfiggere retaggi culturali non del tutto superati – hanno detto -, è giusto continuare a divulgare un messaggio di rispetto per la donna ed è quindi importante l’esempio di uomini che rispettino le donne, si interessino e vengano a vedere lo spettacolo”.

Le lettrici dell’appuntamento a Santa Maria Maddalena, che ha già ospitato l’evento nel 2015, sono: Chiara Piredda, Tania Gazzi, Lydmyla Romanko, Francesca Derossi, Moira Marinello, Riccarda Dalbuoni e Matteo Panin.

UFFICIO STAMPA COMUNE DI OCCHIOBELLO





Commenti