Due varchi per il progetto Polesine sicuro

Sono puntati all’ingresso del ponte sul Po i due occhi elettronici che guardano verso Ferrara e verso Rovigo. Installate in questi giorni, le apparecchiature rientrano nel progetto Polesine sicuro che ha riunito, attraverso un protocollo d’intesa, diciassette Comuni polesani, in collaborazione con i comandi delle polizie locali interessate e in accordo con i comandi delle forze dell’ordine (Polizia di Stato, Carabinieri e Guardia di Finanza).

Polesine sicuro, progetto di As2 spalmato sul territorio provinciale, consente di tracciare veicoli, verificare targhe in ingresso e in uscita dal territorio e conteggiare veicoli che transitano su direttrici primarie o nodi nevralgici.

Con un costo di 1.360.000,00 euro (Iva compresa), Polesine sicuro ha ottenuto contributi da parte della Regione Veneto e del ministero dell’Interno, As2 ha gestito la progettazione definitiva ed esecutiva delle opere e la loro realizzazione tramite procedure a evidenza pubblica.

AS2 garantirà, inoltre, il corretto mantenimento in funzione del sistema per il quinquennio successivo al collaudo e all’attivazione del sistema che comporta una trentina di telecamere sul perimetro del territorio provinciale.

Grazie a queste telecamere sul ponte della statale 16, peraltro le prime installate dell’intero progetto – commenta l’assessora alla sicurezza Irene Bononiil nostro territorio è dotato di videosorveglianza in tutti i principali varchi, i presidi sono funzionali a una rete provinciale di controllo a cui avranno accesso la questura, il comando provinciale dei Carabinieri ed il comando provinciale della Guardia di Finanza, la centrale operativa verrà collegata al sistema centralizzato nazionale targhe e transiti”.

I Comuni che fanno parte del protocollo sono: Castelnovo Bariano, Ficarolo, Occhiobello, Polesella, Ariano Polesine, Taglio di Po, Rosolina, Adria, Pettorazza Grimani, San Martino di Venezze, Rovigo, Lusia, Badia Polesine, Giacciano con Baruchella, Bergantino, Melara, Villamarzana.

UFFICIO STAMPA COMUNE DI OCCHIOBELLO





Commenti