Un 2015 d’oro per il calcio quartese

Il 2015 sta terminando tra i rammarichi, un po’ di malinconia, buoni propositi e nuovi desideri per l’anno che verrà. Sicuramente, quella che sta per chiudersi è stata un’annata tutt’altro che negativa per le due squadre calcistiche di Quarto, il Quartograd e la Virtus Social Quarto, tra promozioni, vittorie e esperienze nuove che segnano i cammini delle due squadre alla ricerca di soddisfazioni che devono trovare conferma nel 2016.

Il 2015 per l’ASD Quartograd è un anno spettacolare: sotto la guida di mister Vincenzo Longobardi e i gol della stellina Giosi Capuano (22 in totale), la formazione del calcio popolare chiude il campionato di Prima Categoria al secondo posto con 18 vittorie, 2 pareggi e 8 sconfitte (con 55 reti fatte). Sono numeri che la porteranno alle vittorie in semifinale e in finale rispettivamente contro la VirtusLiburia e Città di Casoria, poi ad impattare nella finalissima, in un caldo pomeriggio di Giugno, contro la Rinascita Sangiovannese tra le mura vuote dello stadio “Raffaele Capasso” di San Sebastiano al Vesuvio. Inizia così un’estate tutt’altro che tranquilla per la società, che deve combattere su due fronti: Stadio e Promozione, nel mezzo la nascita della Juniores allenata da Ivano Uccello, ex calciatore della prima squadra. È stata, quella avvenuta il 12 agosto, una promozione che è arrivata negli uffici caldi della Lega Nazionale Dilettanti. Una Promozione ottenuta con sacrificio, sudore e tante aspettative. Almeno inizialmente, però, queste ottime aspettative sono andate decrescendo. Tante sconfitte, molti i gol subiti. Da mister Longobardi si è passati (solo per una partita) all’allenatore in seconda Giuseppe Matarese, per poi dare definitivamente la panchina e tutto quel che ne consegue, a Pasquale Capuano. Con il cambio delle redini ritornano sorrisi a supporters, calciatori e società. Il Quartograd, ad oggi, è al decimo posto del Girone B di Promozione con 21 punti con sole 6 vittorie e a 17 punti dalla Vis Afragolese 1944, prima in classifica. L’ultima partita ufficiale è stata vinta 2-1 al “Conte” nel derby flegreo contro il Rione Terra nell’ultima giornata dell’anno solare. È proprio da questo successo che si deve ripartire per fare sicuramente di più e per accaparrarsi non di certo un posto promozione, ma almeno uno che permetta una salvezza certa e, dunque, tanta tranquillità allo spogliatoio e alla società con portavoce Davide Secone. L’anno della squadra blaugrana finirà il 24 dicembre alle 11 in un triangolare che la vedrà sfidare la SSD Quarto 2006/2007 e Quarto Punto Zero, il tutto si svolgerà tra le mura dello stadio comunale “Giarrusso”. Come scritto, proprio lo stadio è stato uno dei punti caldi di questa estate.

Finita l’esperienza della Nuova Quarto Calcio per la Legalità, l’impianto è tornato nella piena disponibilità del comune che ha varato un bando per l’uso orario della struttura da parte delle associazioni interessate. Tante tribolazioni, tanti discorsi con la nuova giunta tanto spalleggiata proprio dalla squadra del calcio del popolo che si è dovuta adattare ai disagi strutturali e tecnici che offriva lo stadio. Di comune accordo le associazioni stanno dividendo gli spazi. Il comune si è impegnato a rivedere le tariffe che erano state considerate care delle associazioni.Un estate particolarmente calda, ma sotto altri punti di vista, l’ha trascorsa anche la Virtus Social Santa Maria Quarto. Un progetto che è nato nel 2014 negli uffici parrocchiali di Via S. Maria. “È un’idea nata per creare punti di aggregazione tra giovani che hanno difficoltà economiche e che si potrebbero ritrovare immischiati in situazioni poco piacevoli” ha più volte detto il presidente Nico Sarnataro. Nel 2014, la Virtus aveva delle squadre di calcio a 5, nel settembre di quest’anno, però, decide di cambiare marcia, facendo crescere il progetto e far approdare la squadra di mister Antonio Di Matteo in Terza Categoria. Una scelta importante che però non deve far allontanare dalla vera motivazione che lega i partecipanti a questo progetto: solidarietà e aggregazione. Tante amichevoli, allenamenti e casting per una squadra che debuttòcon una sconfitta di misura allo stadio “Simpatia” di Pianura contro la squadra locale. La giovane formazione ha finito l’anno solare con una vittoria per 3-1 contro il Volare Calcio. Il team di Quarto adesso è al 6° posto in classifica a 9 punti e a sole 4 punti di distanza dalla Interpianurese, prima in classifica. Due bellissime realtà calcistiche del paese pronte per un grandissimo 2016, si spera colmo di soddisfazioni.





Commenti