PROSCENIO 22

Nasce Proscenio, l’arte della commedia in tv

Dal 3 gennaio sta girando sul web e sui social il video promo di “Proscenio – L’arte della commedia in tv”, il progetto che riguarda il teatro promosso dall’emittente televisiva regionale Quarto Canale Flegreo. È un concorso ed un format settimanale in cui saranno protagoniste le compagnie amatoriali. Sarà anche posta l’attenzione sulla storia del teatro, un settore che ha perso recentemente un elemento di spicco come Luca De Filippo. Del contest abbiamo parlato con Veronica Di Vita, direttore del canale ma anche grande appassionata di teatro. Com’è nato il progetto? “Da un’idea dell’associazione culturale Zerottantuno presieduta da Francesco Pace che ha anche una compagnia amatoriale. Un giorno ci proposero di fare qualcosa con questi gruppi. Inizialmente avevamo pensato di seguire solo come emittente una rassegna che loro avrebbero organizzato, poi abbiamo deciso di sviluppare l’idea. Da sempre, l’emittente ha dato molto spazio a questa forma d’arte sia operando come service video per tante compagnie campane sia perché siamo appassionati del settore. Abbiamo scoperto che è particolarmente vivo, attivo, anche se non ha la visibilità che merita. C’era quindi l’intenzione di dare spazio a queste compagnie che io trovo quasi “coraggiose” perché impegnano tempo e denaro senza avere produttori. Volevamo, inoltre, riavvicinare il pubblico al palcoscenico. Secondo me è fondamentale che la gente torni ad amare il teatro. Lo stavamo già facendo trasmettendo le commedie delle compagnie che erano interessate a far vedere la propria cura nella recitazione che li rende quasi professionisti e non persone che stanno praticando un hobby”. Quali sono i parametri per partecipare? “L’unico è quello della territorialità: abbiamo deciso di aprire il concorso solo alle compagnie campane, ma saremo comunque un poco elastici. La scelta è legata al premio finale che abbiamo deciso. Per gratificare l’impegno delle compagnie che hanno comunque delle grosse spese da sostenere, doneremo una serata in un teatro napoletano. Siccome siamo una piccola realtà e non possiamo permetterci di ospitare la compagnia, ci siamo posti il problema della “trasferta” che avrebbe costi elevati per loro tra pernottamento e trasporto di costumi e scenografie”. C’è la possibilità di inediti? “Noi siamo aperti a questa possibilità ed anche al musical al, al genere classico napoletano. Non abbiamo voluto dare nessun limite anche per capire cosa c’è dietro a questo mondo”. Da chi sarà composta la giuria? “Non voglio svelare i nomi, anche perché stiamo aspettando le ultime conferme. Chiaramente sono tutte persone che si occupano di teatro, tra giornalisti, un componente della UILT (Unione Italiana Libero Teatro) Campania, attori, registi”. Come sarà strutturato, invece, il format? “All’inizio ci sarà la nostra presentatrice di punta Rita Di Grazia che, con la compagnia prescelta, parlerà della loro commedia ammessa al concorso. Cercheremo di fare un po’ di storia del teatro. Ci saranno anche focus sui personaggi, su come il regista ha voluto farli propri e reinterpretarli perché poi c’è da dire che la bravura delle compagnie amatoriali è proprio l’essere più aperti alla sperimentazione. Ciò rende la messa in scena sempre nuova. Avremo diversi segmenti per portare un po’ di cultura teatrale in televisione”Quali saranno gli orari e i giorni dedicati a Proscenio? “Da un anno circa abbiamo destinato il giovedì alla commedia. La nostra prima serata inizia alle 21.45. Dopo il tg (ore 21.10) ci sarà questo speciale e poi la trasmissione integrale della commedia che partecipa al concorso. Stiamo anche pensando di coinvolgere il pubblico da casa proponendo una votazione attraverso Facebook. Stiamo valutando la fattibilità di quest’operazione”.

Digitale Regina, Iniziative Editoriali, Quarto Magazine e Risonanze Mediatiche hanno affiancato i colleghi di Quarto Canale Flegreo nella diffusione del concorso.

Se leggi questo messaggio significa che hai letto l’articolo. Ora clicca sul google adsense inserito in questa pagina. Un gesto piccolo, veloce, gratuito per te, ma molto importante per noi.





Commenti