Sarnataro: “I risultati si vedono alla fine”

In occasione del debutto del “nuovo corso” della Virtus Social Santa Maria Quarto, dopo il recente addio dei giocatori e dei dirigenti, abbiamo sentito il giovane Presidente Nico Sarnataro, quest’oggi seduto in panchina nel ruolo di mister in occasione dell’assenza per motivi di salute del nuovo allenatore Rubino. “Ci sono state visioni divergenti con quei tesserati e collaboratori – racconta – non sono di ambito sportivo. Ho già scritto tutto quel che c’era da dire riguardo questa faccenda sul comunicato che ho pubblicato il 15 febbraio”. La nota ufficiale e le sue ulteriori  parole non lasciano scampo a dubbi. Forse è stato diffuso con qualche giorno di troppo di ritardo. “Ho dovuto affrontare vari problemi – spiega – ho cercato subito nuovi giocatori e nuovi dirigenti che possano anche rinforzare ulteriormente il progetto che non si ferma né in ambito sociale, né in ambito sportivo. Molti sono dirigenti che conosco, altri sono amici, tutte persone che hanno la mia fiducia”. Un’uscita collettiva che potrebbe portare ad una delusione circa il precedente progetto, ma Nico non demorde: “Non sono assolutamente deluso, sono convinto di quel che sto facendo. I risultati si vedono alla fine. La delusione sarebbe arrivata se avessi ritirato la squadra dal torneo, cosa che non è avvenuta ma, anzi, ho formato una formazione che è già unita”. Una rosa formata da ragazzi che hanno un’età media ancora più bassa rispetto al team precedente: 19 anni. Giovanissimi, insomma, ma che stando al risultato di oggi (0-7 contro il Pianura 1977) devono ancora trovare geometrie, intensità e rabbia agonistica. “Abbiamo dato il massimo con solo tre allenamenti alle spalle – ricorda – I ragazzi si formeranno. Devo solo ringraziarli, visto che mi sono stati vicino in un momento così difficile. La cosa importante è non essersi piegati”.





Commenti