Polemica sulla chiusura del centro storico di Bacoli

Venerdì 1° aprile per le strade di Bacoli sono stati attaccati dei fogli che riportavano la nuova ordinanza dell’amministrazione comunale circa la chiusura permanente del Centro Storico. Una decisione che non è stata affatto digerita da tanti cittadini e commercianti. Quella che poteva essere un’iniziativa interessante si è rivelata per molti motivo di disagi e sciagure. Interdire la circolazione veicolare in via Ercole e Via Gaetano De Rosa senza nessun preannuncio e senza consultare o informare chi d’interesse ha suscitato molti disappunti. “La chiusura del Centro Storico di Bacoli, messa in atto con queste modalità, rappresenta un’ autentica sciagura per cittadini ed esercizi commerciali – attacca Nello Savoia, capogruppo di Fratelli d’Italia – Gli orari di carico/scarico merci, fuori da ogni elementare criterio di buonsenso, obbligheranno gli esercizi commerciali ed in particolare quelli del settore alimentare ed i bar, a rimanere dall’ apertura fino alle 9 del mattino privi di generi alimentari”. A questo s’aggiunge il problema dell’assenza di un’ulteriore apertura di parcheggi liberi a sostegno dell’ iniziativa, anzi, addirittura, pare che ci sia stato uno spreco di soldi in quanto da poco sono state dipinte delle strisce blu. “Anche il PD in campagna elettorale aveva come obiettivo quello di chiudere il Centro Storico ma non certo in questo modo – ricorda il segretario locale del Partito Democratico Michele AmiranteE’ stato fatto senza interpellare cittadini e commercianti e senza una prospettiva di sviluppo ne turistica ne a favore di chi ci vive. Da poco sono state ridipinte le strisce blu anche in via Gaetano De Rosa. Sapendo che da lì a qualche settimana, sarebbe entrata in vigore la ZTL, due opzioni: o le cose si fanno così, a casaccio, oppure si spendono soldi inutilmente”.

 

 





Commenti