Approvazioni all’unanimità dopo la falsa partenza

Approvati all’unanimità dei presenti tutti i punti all’ordine del giorno del civico consesso di Quarto. Relatore “principe” il neo assessore al Bilancio Vincenzo Campanile. “Le entrate sono di fondamentale importanza per un comune ed in particolare per l’esercizio finanziario 2016 – sottolinea – Mi sono adoperato per portare in aula l’intero piano che non prevede grosse variazioni nelle aliquote. Non c’è una pressione maggiore per i residenti, anzi in alcuni casi ci sono delle riduzioni (Tari, acqua). Per la Tasi abbiamo recepito le agevolazioni previste dalla finanziaria nazionale. E’ stato, inoltre, necessario adeguare determinati regolamenti”. Nei documenti sono state evidenziate in grossetto le novità apportate. Nell’imposta unica comunale ci sono benefici per le abitazioni concesse in comodato d’uso ai parenti, per i terreni agricoli, per le cooperative. I cittadini potranno avvalersi dell’autotutela e dell’istituto deflettivo del contenzioso. I revisori dei conti hanno espresso un parere favorevole sulle aliquote e le detrazioni per l’imposta municipale propria Imu e per la Tasi. Significativi i risultati ottenuti in due ambiti. “Abbiamo avuto una riduzione del costo del servizio per la gestione dei rifiuti urbani – annuncia il membro della giunta – Questo si traduce in una ribasso medio del 2% delle tariffe per le utenze domestiche e di oltre il 4% per le altre. E’ un segnale incoraggiante per il prosieguo del lavoro che sarà fatto. Anche per l’acqua è stata avviata un’azione seria con l’impegno dei nostri uffici e la collaborazione dei residenti che devono provvedere all’istallazione dei contatori ed alla riparazione di quelli mal funzionanti”. L’assise ha dato l’assenso all’adesione al consorzio per il servizio idrico varato da una specifica legge regionale mirata al riordino del settore. I successivi passi saranno compiuti insieme all’ente di Palazzo Santa Lucia. “Tutti i punti sono stati precedentemente esaminati nelle specifiche commissioni e nella conferenza dei capigruppo – rimarca il consigliere di Uniti per Quarto Giovanni SantoroRicordo che, la scorsa estate, in quest’aula c’erano più rappresentanti dei cittadini, poi liberamente alcuni hanno lasciato a noi l’arduo compito di cercare le soluzioni migliori per i problemi del paese e di un comune che ha una difficoltà economica che si protrae da anni”. Le gestioni passate hanno determinato debiti e prestiti di cui ora si stanno pagando interessi rilevanti e ciò non permette investimenti. Gli amministratori dovranno lavorare di fantasia per attenuare le carenze del territorio. Oggi è stata anche completata la squadra con l’assessore  Alessandro Merenda che si è presentato alla collettività.Sono qua per dare un supporto forte alla giunta, per riqualificare la città – afferma – Il mio lavoro sarà finalizzato all’attuazione del programma, alla prosecuzione del percorso del PUC, alla rivalutazione delle aree di interesse paesaggistico ed archeologico, all’affrontare il tema della zona Rossa e gli interventi urbanistici possibili di concerto con la Regione Campania e la Protezione Civile”. C’è anche il “piano locale” cui potranno contribuire il coordinatore ed il vice del nuovo nucleo di volontari. Sarà un lavoro di equipe per Quarto che, in apertura di seduta, ha assistito ad un altro “teatrino”. Dopo l’abituale ritardo, la sessione è iniziata con le assenze di Russolillo, Buiano e Passaro (seduto in platea). Subito dopo l’appello Biondi e Brescia hanno annunciato la loro uscita dalla sala. Immediata la sospensione richiesta da Di Criscio (veloce come un coach del basket che vuole un time out per parlare con i suoi giocatori) ed accordata dal presidente del consiglio. L’interruzione è durata più dei dieci minuti richiesti ed alla ripresa il numero legale è confermato con l’arrivo in extremis di Buiano. Serpeggiano dubbi sulla regolarità di questa fase e malumori sul comportamento di Biondi e Brescia.

Se leggi questo messaggio significa che hai letto l’articolo. Ora clicca sul google adsense inserito in questa pagina. Un gesto piccolo, veloce, gratuito per te, ma molto importante per noi.

 

 





Commenti