Il comune di Quarto sta per fallire

Il Partito Democratico, circolo di Quarto, denuncia che in una calda giornata di luglio, parlando in “politichese”, in un aula consiliare vuota, gli illuminati della triade Capuozzo, Di Criscio e Santoro si sono arresi. I cittadini li hanno definitivamente abbandonati. Ci saranno nei prossimi mesi regole che si traducono, in ultima istanza, nella possibilità di garantire o meno i cittadini e la vita stessa della città, nei suoi servizi e nella sua capacità di promuovere “benessere”.
Per i cittadini significa che arriveranno altre stangate. Dopo gli aumenti al massimo delle tasse, il Comune sarà costretto a varare un’altra manovra lacrime e sangue, questa volta fatta di tagli alle spese, aumenti delle tariffe dei servizi e un blocco delle assunzioni all’interno dell’ente. Tutto sotto il ferreo controllo della Corte dei Conti, dei ministeri dell’interno e dell’economia per una durata dai 3 ai 10 anni. In pratica, il Comune di Quarto diventerà vigilato speciale e dovrà rinunciare alle grandi opere pubbliche, a meno che non intervengano finanziariamente i privati. L’Ente dovrà predisporre un piano di rientro finanziario che dovrà essere inviato, dopo l’approvazione, ai ministeri dell’Interno e dell’Economia e, successivamente, da questi trasmesso alla Corte dei conti per il via libera. Siamo Commissariati nei fatti. Tagli ai servizi. Una delle misure, che l’amministrazione comunale sarà costretta ad adottare per risanare i conti, è il taglio alle spese per i servizi offerti alla cittadinanza. L’elenco dei servizi è lungo: si va dalla politiche sociali, al trasporto, dagli impianti sportivi, alle scuole, fino alle spese per l’ambiente e l’illuminazione. Non verranno risparmiati nemmeno la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti, con il rischio di vedere in futuro una città ancora più sporca. Aumenti delle tariffe. Se possibile saranno incrementate le tasse. Comunque la stangata per i cittadini, in compenso, colpirà i fruitori di alcuni servizi. Quei pochi ancora rimasti. Problemi gravi nel pagamento ai fornitori dell’Ente per tutte le partite pregresse. In sintesi un disastro per tutti i cittadini, tranne che per Sindaco, Vice Sindaco, Assessori, Presidente del Consiglio e Consiglieri Comunali che continueranno a prendere i loro stipendi. Coraggio Quarto!

COMUNICATO STAMPA CIRCOLO PD DI QUARTO – Antonio Iovine

 

Se leggi questo messaggio significa che hai letto l’articolo. Ora clicca sul google adsense inserito in questa pagina. Un gesto piccolo, veloce, gratuito per te, ma molto importante per noi.

 





Commenti