Le domande di Brescia, le risposte del sindaco

L’anno scolastico è iniziato da poco più di un mese e già sono tanti i problemi nei plessi di Quarto. Alla perdita idrica alla Casalanno, alle crepe nel solaio di un’aula della Compagna, si sommano le carenze nella palestra della San Gaetano (il plesso infanzia Matteotti riportato nell’elenco sul sito del comune). Dopo averlo segnalato già al Municipio senza ricevere alcuna risposta, il dirigente scolastico ha scritto una lettera al consigliere indipendente Antonio Brescia con cui chiede un sopralluogo in detto locale per verificarne le condizioni. Ha, inoltre, rivelato che un bambino è stato visitato in ospedale per una malattia cutanea forse legata allo stato del sito. Il referto sanitario sarà sottoposto all’attenzione dell’ente di via De Nicola. “Le risorse destinate alla manutenzione scolastica sono terminati in tempi brevi – risponde il sindaco Rosa Capuozzo Gli edifici sono fatiscenti ed il decreto cosiddetto “Buona scuola” è stato deleterio. Siamo a conoscenza delle carenze di alcuni stabili ed abbiamo già fatto una variazione di bilancio per eseguire gli interventi più urgenti. Ricordo, inoltre, che non abbiamo manodopera propria”, interna, quindi, si deve procedere con appalti (con i relativi tempi burocratici previsti), ma ora “con le prestazioni occasionali” pagate con i voucher “avremo persone disponibili per determinate piccole opere” che sono utili alla collettività. Si tratta di 23 cittadini che, in possesso dei requisiti richiesti nel bando pubblico diramato dalla Regione Campania, saranno impiegate in certe mansioni. Un piccolo sollievo economico per loro in un presente di grande crisi e con molte difficoltà. Per i residenti si avvicina anche la “grana” ASL. “A fine anno scade la convenzione con il Palazzo di Vetro – ricorda Brescia – Se non sarà rinnovata il servizio sanitario del Distretto 38 sarà trasferito a Marano con evidenti disagi per i cittadini, soprattutto per le fasce più deboli (anziani e bambini). Prima che si riproponga una sospensione simile a quella dei trasporti ritengo che l’amministrazione debba approfondire la questione”. “Contatterò il direttore generale – replica il sindaco – Chiederò un atto formale, scritto sul trasferimento così da poter avere una visione chiara, precisa della situazione per, poi, poter agire” in maniera utile alla collettività.

 

Se leggi questo messaggio significa che hai letto l’articolo. Ora clicca sul google adsense inserito in questa pagina. Un gesto piccolo, veloce, gratuito per te, ma molto importante per noi.





Commenti