Quarto è invivibile, fuori i responsabili

Quarto ha toccato il più alto punto di degrado. I danni alla città sono sotto gli occhi di tutti. Ci sono responsabilità politiche e tecniche grandi come una casa. Le inadempienze più gravi riguardano: A) manutenzione scuole; B) lavori rete fognaria con particolare riferimento alle vie Casalanno e Marmolito che hanno provocato – e provocano – enormi disagi ai cittadini, disagi che potevano essere evitati in gran parte predisponendo un piano traffico adeguato dopo aver sentito le associazioni, in particolare quella dei commercianti. Nutriamo forti dubbi sull’esecuzione delle opere pubbliche, per cui vogliamo soprattutto conoscere chi aveva il compito di controllo e di collaudo delle opere effettuate e di quelle in corso, soprattutto dopo che alcune di esse a distanza di pochi mesi dal completamento sono nuovamente oggetto di interventi. Vogliamo comprendere se sono state rilasciate varianti e se erano necessarie. Il Sindaco Capuozzo, che conserva la delega ai Lavori Pubblici, ha la prima responsabilità, altrimenti, visto che scarica su altri, faccia i nomi. Al riguardo c’è una richiesta protocollata in data 01/03/2016 che non ha avuto risposta. Chi è pagato con danaro pubblico deve rispondere al pubblico. Noi non abbiamo dimenticato che il commissariamento della dott.ssa Nicolò è stato insediato per il sospetto di infiltrazioni camorristiche nel nostro Comune, cosi come non abbiamo dimenticato che la proroga di ulteriori sei mesi ( Decreto del Presidente della Repubblica dell’11 agosto 2014) è stata resa necessaria in quanto risultava ” non esaurita l’azione di recupero e di risanamento complessivo dell’istituzione locale e della realtà sociale ancora segnata dalla malavita organizzata”. Ed oggi? Siamo proprio certi dell’avvenuto risanamento della macchina comunale? Gli organi preposti devono dare risposte. Le attendiamo dal Comune e dalla Prefettura ( da cui venne l’informativa di una realtà sociale ancora segnata dalla malavita). In caso contrario, il silenzio dell’Amministrazione è un’ammissione di colpa. E allora il Sindaco la smetta di raccontare frottole spudoratamente e si dimetta per manifesta incapacità.

COMUNICATO STAMPA PROGETTO FLEGREO

 

Se leggi questo messaggio significa che hai letto l’articolo. Ora clicca sul google adsense inserito in questa pagina. Un gesto piccolo, veloce, gratuito per te, ma molto importante per noi.





Commenti