Quarto ha toccato davvero il fondo

Pochi minuti, ma intensi, forti. Decise le parole pronunciate, nelle comunicazioni, dai consiglieri Antonio Brescia e Francesco Passaro. Il primo ha evidenziato l’eccessiva penalizzazione dei cittadini che stanno pagando le conseguenze di diverse scelte dell’amministrazione che “vuole istituire le strisce blu” (per il parcheggio), “aumentare le aliquote per il tributo sull’acqua e sulla spazzatura” non rendendosi conto delle conseguenze, già perpetrate, dalla crisi economica mondiale. In merito al Piano di Riequilibrio pluriennale ha esortato i colleghi a “rendersi conto di quale grave atto” stanno “per approvare” ricordando loro che rischiano “di rimetterci di tasca propria” se il provvedimento fosse bocciato dalla Corte dei Conti. A quest’organo ha chiesto al segretario comunale di “inviare tutti gli atti prodotti nell’assise” perché “deve fare luce e chiarezza su certe cose”. Secondo il consigliere “il bilancio è falso” e deve essere analizzato con attenzione. “Non sono il postino del singolo consigliere – chiarisce il segretario Schiano Di ColellaSe rilevo patologie sono tenuto a segnalarle agli organi competenti così come possono farlo anche i consiglieri. Se non lo facciamo tutti commettiamo un omissione”. Ognuno si assume le responsabilità dei propri comportamenti mentre il “paese piange”. “Il livello di invivibilità ha toccato davvero il fondo – tuona Passaro – Il fallimento di questa amministrazione è sotto gli occhi di tutti e la responsabilità è ascrivibile, in eguale misura, a tutti coloro che sostengono, direttamente o indirettamente, questa maggioranza. Protagonismo Sociale non ha mai fatto mistero di essere contraria ad ogni disegno politico e di intrallazzo di potere: ed oggi più che mai, con il mio passaggio alla Federazione dei Verdi, vogliamo dare un ulteriore segnale della presenza di forze politiche che insieme combatteranno contro chi sta distruggendo il paese, sempre e soltanto nell’ottica di salvaguardia del cittadino” che ora può beneficiare della presenza di un Coordinamento di Tutela che “si propone di offrire voce a chi è subissato quotidianamente dai disastri che produce” la giunta guidata dal Sindaco che “in parte ha ragione: Quarto sta vivendo una metamorfosi che si è realizzata però nell’animo di tutti i cittadini che hanno compreso di aver fatto un grave errore nel darvi la fiducia e porvi alla guida del” comune, la cui vita sarà ora scandita dal Piano di Riequilibrio Finanziario che è “fallimentare, devastante, porterà la città definitivamente in ginocchio” e “sarà senza dubbio la causa della nascita di responsabilità civili e penali di ogni consigliere che lo sosterrà, anche se ovviamente sono certo che troverà il consenso di tutti quelli che avrebbero fatto bene a leggersi attentamente i documenti prodotti”.

 

Se leggi questo messaggio significa che hai letto l’articolo. Ora clicca sul google adsense inserito in questa pagina. Un gesto piccolo, veloce, gratuito per te, ma molto importante per noi.





Commenti