SCREEN 22

La spaccatura corre su facebook

I social network sono uno strumento di comunicazione veloce, efficace, ma devono essere usati con attenzione, oculatezza, perché hanno delle controindicazioni. Non sono note, chiare, probabilmente agli amici, ai collaboratori, ai membri di quest’amministrazione locale che, periodicamente, si lasciano andare a dichiarazioni spontanee “pericolose”, che si prestano a riflessioni controproducenti per i ruoli che occupano. E poi qualcuno non sostenga che i giornalisti sono contro, cattivi, insinuano. Sono loro a regalare assist troppo invitanti per non essere sfruttati. Sabato 4 marzo alle ore 20.56 l’assessore ai fondi europei Carmine Violante Scherillo ha scritto sulla bacheca facebook del collega Mauro Scarpitti “Venerdì mi sei mancato !!!!!!!”( abbinandovi l’emoticon della faccina nervosa con la spiegazione “su tutte le furie”). Evidente il riferimento alla seconda convocazione del civico consesso tenutasi nella mattinata del giorno prima ed alla quale non ha fisicamente partecipato il delegato al Patrimonio che, però, è stato menzionato dal consigliere Giovanni Santoro che ha ipotizzato di chiederne le dimissioni dato che “è stato disatteso il documento programmatico” sottoscritto dopo il ritiro delle dimissioni da parte del sindaco. Su quella carta si basa l’alleanza “per il bene del paese” stipulata dai 3 ex avversari alle elezioni della primavera 2015, oggi amici per evitare alla città un commissariamento che sarebbe, a loro dire, deleterio per il territorio e per la collettività. Un’ipotesi che però non è totalmente esclusa visti i “mal di pancia” emersi più volte nell’aula Impastato dove il settimo assessore ha parlato una volta, alla presentazione ufficiale. Non sappiamo se ci saranno repliche. Per ora registriamo l’ulteriore post social (sabato 4 alle ore 22.10), sempre sulla bacheca dello stesso collega. “Come ti avevo detto qualche giorno prima, se lasci tu lascio anche io”. Riflettendo su questa frase che, tutti possono leggere essendo ancora online, c’è il rischio di una “catena di solidarietà” che potrebbe ripercuotersi anche sugli equilibri e, soprattutto, sulla composizione della coalizione arcobaleno. Ricordiamo ai cittadini, infatti, che Scarpitti è stato proposto dalla civica Uniti per Quarto (ovvero Santoro e Traverso), mentre Violante Scherillo dal gruppo Forza Gabriele (Biondi e Russolillo). Se entrambe le realtà avanzeranno nuovi nomi che saranno accettati dagli altri la maggioranza resterà a 15 elementi, in caso contrario scenderebbe ad 11 con ben 6 all’opposizione, quindi, il numero legale per la prima convocazione delle sedute dovrebbe essere garantito dalla minoranza. Una situazione non sicura, tranquilla, facile su cui i “grandi alleati” dovrebbero riflettere con molta attenzione, concentrazione, magari guardandosi negli occhi e dicendosi realmente cosa pensano di fare. Traspare la netta sensazione che, nelle riunioni di maggioranza, c’è qualcuno che mente.

 

Se leggi questo messaggio significa che hai letto l’articolo. Ora clicca sul google adsense inserito in questa pagina. Un gesto piccolo, veloce, gratuito per te, ma molto importante per noi.





Commenti