Solo parole vuote, continui scaricabarile ed approssimazione seriale

L’asilo nido in costruzione presso la scuola “Elsa Morante” è stato il tema dell’intervista a Quarto Canale Flegreo (edizione di venerdì 24 del notiziario) del vice sindaco Andrea Perotti. A questa replica Concetta Aprile del meetup Quarto 3.0. “Continuare a sentire “parole vuote” da parte dell’amministrazione, con relativo “scaricabarile” e approssimazione seriale è diventato inaccettabile – attacca l’ex consigliere comunale – Per ogni soluzione sono sempre fuori tempo massimo alla faccia della sbandierata “programmazione” che ormai tirano fuori ad ogni occasione. Ancora in sella, grazie a maggioranze traballanti e ad una “stampella” proiettata verso il suo “cementifero” programma (ma indifferente a tutti i problemi della cittadinanza), il sindaco continua con il suo “accanimento terapeutico” verso un’amministrazione ormai al coma”. L’attivista penta stellato si concentra, poi, sulla struttura per i bambini piccoli. “Come al solito ci rifilano improbabili giustificazioni sui ritardi per la consegna adducendo i rallentamenti a “cambi di amministrazioni”, “gestioni commissariali” di Marano”, ma “non spiegano dettagliatamente e tecnicamente come è sorto il problema ne’ come abbia la capacità economica adesso, all’improvviso, un comune”, Quarto, “in predissesto, che ha presentato un piano di riequilibrio che fa, a nostro avviso, acqua da tutte le parti e per il quale” il meetup#quarto3.0 ha “chiesto conforto nella verifica da parte degli organi competenti”. Nel frattempo si domanda se la giunta ”ha preso in considerazione il nodo principale, cioè l’assunzione del personale per la conduzione dell’asilo? Non vedo impegni negli ultimi documenti programmatici ed economici in tal senso, ma vedo invece che si impegnano soldi” per “uno staff inutile nell’attuale situazione economica” dell’ente di via De Nicola. Sono tolte “risorse per l’assunzione di figure ben più importanti per la collettività. E’ forse questa la causa per cui tutto va a rilento? Perchè voi potrete pure aprirla la struttura ma senza i danari per gli insegnanti e per il personale ausiliare sarà solo il solito, inutile proclama. Ai quali non ci rassegneremo mai. Vi “staneremo” sistematicamente e con ogni mezzo informeremo i cittadini e le autorità competenti affinché venga fuori prepotente, la inutile permanenza di quest’amministrazione”.

 

Se leggi questo messaggio significa che hai letto l’articolo. Ora clicca sul google adsense inserito in questa pagina. Un gesto piccolo, veloce, gratuito per te, ma molto importante per noi.





Commenti