Dubbi sul bando per gli agenti di polizia locale

Tanto seguito sta avendo la notizia del “bando per la formazione di una graduatoria per eventuali assunzioni a tempo determinato di agenti di polizia locale (ben trenta unità nell’arco di tre anni)”. “Abbiamo espresso apprezzamento per un atto dell’attuale amministrazione che finalmente in qualche modo cerca di andare incontro alle esigenze ed i bisogni dei cittadini, nella speranza che non sia il solito rullare di tamburi che si risolve in un pugno di mosche – recita la nota ufficiale del meetup Quarto 3.0 – I nostri dubbi sorgono dalla lettura dello stesso bando, infatti si legge di eventuali assunzioni, quindi non certe, strettamente collegate, anche nel numero, agli effettivi incassi delle contravvenzioni al Codice della strada, come anche richiamato dal responsabile del servizio economico-finanziario che testualmente riporta in calce alla determina: “il parere è favorevole a condizione che le assunzioni potranno essere attivate in rapporto agli effettivi incassi dei proventi, derivanti dalle sanzioni al CDS , a ciò destinati e vincolati, nel bilancio 2017/2019, in funzione del riparto di cui all’art.208, c.4 lettera c”.

Gli attivisti ricordano che il sopracitato articolo “precisa che una quota pari al 50% dei proventi derivanti dalle predette sanzioni possa essere usata per vari scopi facendo una suddivisione ben precisa, per cui disponibili per l’assunzione dei vigili stagionali né rimane la metà dell’originale 50%”. Da qui la necessità di andare a rivedere le entrate del recente passato. “Nel triennio 2013/14/15 gli introiti relativi all’incasso delle sanzioni (compresi i residui) è stato di circa 305000 euro ovvero in media poco più di 100000 euro all’anno (nel 2015 euro 77221), quindi” per l’assunzione dei cosiddetti stagionali sarebbe disponibile “qualcosa come 25000 euro annui (se prendiamo ad esempio gli incassi dell’anno 2015 una disponibilità di poco superiore ad euro 19000)”. Tenendo conto che “il contratto nazionale della polizia locale”, in vigore dal 1 gennaio di quest’anno, “la retribuzione lorda per il tempo pieno di un agente livello A1 (ovvero quello più basso) è di euro 1710,18 a cui bisogna aggiungere gli oneri previdenziali ed assistenziali (in media +28/30%). Considerando gli introiti del 2015 le assunzioni sarebbero pochine. Ci auguriamo sinceramente di essere smentiti nell’interesse dei cittadini”.

 

Se leggi questo messaggio significa che hai letto l’articolo. Ora clicca sul google adsense inserito in questa pagina. Un gesto piccolo, veloce, gratuito per te, ma molto importante per noi.

 

L’ANNUNCIO DEL COMUNE

Avviato il bando per 30 agenti di Polizia Municipale





Commenti