VIA PRIMO MAGGIO 22

Errori, mancanze nell’installazione dei dissuasori

Da mercoledì in via Primo Maggio sono stati installati i dissuasori. “Un’iniziativa senza dubbio valida, peccato” che, dopo soli due giorni dalla posa in opera, ci sono già “iniziali distacchi della banda gialla catarifrangente” e si nota “un non perfetto posizionamento dei moduli sul manto stradale. Considerato che si spendono soldi non propri, ma dei cittadini – sottolineano i membri del Meetup#Quarto 3.0 – sarebbe opportuno che le cose venissero fatte a regola d’arte” evitando così “spese aventi un’utilità limitata nel tempo a causa di un lavoro fatto male e poco controllato. Inoltre – proseguono – sarebbe anche opportuno rispettare la normativa” vigente in materia (ovvero il DPR 16/12/1992 n.495 art.179 e l’art.42 del Codice della Strada) “per i limiti di velocità pari o inferiori a 30 Km/h larghezza non inferiore a 120 cm e altezza non superiore a 7 cm” e “poi le caratteristiche merceologiche dei dossi rallentatori”. Gli attivisti evidenziano che in “un punto di via Primo Maggio c’è il limite di velocità di 30 Km/h: in quel tratto è irregolare posizionare dossi larghi cm. 90 (come fatto) che vanno benissimo per la restante parte della strada dove il limite di velocità è di 40 Km/h. Al fine di evitare probabili controversie, in danno del Comune, si consigliano gli uffici interessati a rettificare il limite di velocità nel tratto di strada in questione. E’ la soluzione più economica alla disattenzione normativa operata dagli uffici”. Il meetup#Quarto 3.0 informa che la presente nota “è stata inviata anche al Comandante della Polizia Municipale a mezzo pec”.

 

Se leggi questo messaggio significa che hai letto l’articolo. Ora clicca sul google adsense inserito in questa pagina. Un gesto piccolo, veloce, gratuito per te, ma molto importante per noi.

 

IL COMUNICATO STAMPA DEL COMUNE DI QUARTO

Dissuasori in via Primo Maggio, via De Gasperi





Commenti