Rifiuti, l’amministrazione deve dare spiegazioni concrete

Vogliamo conoscere le vere motivazioni all’origine del divieto, da parte della SAPNA spa (sistema ambiente della Provincia di Napoli) relativamente allo scarico dei rifiuti della città metropolitana. Visto che come dimostrato sino a Sabato 24 giugno il comune di Quarto conferiva regolarmente, come mai dal lunedì 26, solo due giorni dopo, questo improvviso stop. L’amministrazione deve dare delle spiegazioni concrete, la cittadinanza deve sapere quali sono le problematiche a monte della predetta decisione, anche se una notizia di tale portata avrebbe dovuto avere una risonanza ben più vasta di due righe sulle testate telematiche “Cronaca Flegrea” e “Risonanze Mediatiche”.
La Sapna spa serve qualcosa come 94 comuni, in ordine alfabetico da Acerra a Volla, e solo il 24 marzo ultimo ha sottoscritto un accordo con la Città Metropolitana di Napoli per assorbire ( al momento per un anno) 162 lavoratori del Consorzio unico di bacino. Alla luce dei dati di cui sopra e visto l’ampio bacino di utenza, una decisione (di non consentire più il conferimento dei rifiuti della città metropolitana) così radicale avrebbe avuto, senza dubbio, delle ripercussioni di ampia portata sia tra gli utenti che tra i lavoratori della stessa società. Invece silenzio, ed è questo silenzio che ci spinge a chiedere chiarimenti all’amministrazione di Quarto. COMUNICATO STAMPA MEETUP#QUARTO 3.0

 

Se leggi questo messaggio significa che hai letto l’articolo. Ora clicca sul google adsense inserito in questa pagina. Un gesto piccolo, veloce, gratuito per te, ma molto importante per noi.

 

IL COMUNICATO STAMPA DIRAMATO IERI DAL COMUNE DI QUARTO

Disagi per lo smaltimento dei rifiuti





Commenti