PIAZZALE EUROPA 22

QG: “Tante parole” che non smentiscono “le nostre argomentazioni”

Prosegue il botta e risposta a distanza tra l’associazione politico culturale Quarto Giovane ed il gruppo di maggioranza relativa “Movimento 5 Stelle”. Dopo la nota della prima, la risposta del secondo, di seguito la nuova replica del sodalizio presieduto da Fabrizio Frongillo. “Alle solite l’ufficio stampa del Comune si caratterizza per il suo basso profilo istituzionale Si legge di accuse, insinuazioni, interessi di bottega e altre amenità, utilizza cinque corposi paragrafi, tante parole ma non smentisce le nostre argomentazioni fondate su documenti ufficiali inoppugnabili.  Il progetto del nostro Comune è al 140 (su 143) con 24 punti nell’elenco de progetti ammissibili e non compare nell’elenco dei Comuni ammessi al finanziamento e l’ultimo dei Comuni ammessi presenta un punteggio nettamente superiore a 24. Che cosa sarebbe accaduto? Quale miracolo? L’Amministrazione non risponde, non spiega, non illustra le dinamiche che avrebbero modificato le graduatorie. Un imbroglio? Da parte nostra riteniamo che a fronte di documenti estremamente chiari di avere non solo il diritto ma anche il dovere di chiedere ad una Amministrazione che non brilla certo per trasparenza ( e che ancora tiene nascosti piano traffico e piano urbanistico) conto e ragione di quanto accaduto. Ci siamo riferiti unicamente a documenti della Regione Campania. Si tratta di elementi oggettivi che il Comune non smentisce ma senza rinunciare alla sua consueta  mediocrità si limita ad accennare ad un decreto che miracolosamente avrebbe recuperato il progetto quartese. Insomma tante parole quando bastava pubblicare questo nuovo miracoloso decreto. Come al solito gli esponenti di questa maggioranza (che hanno rimosso l’aborto con il quale l’hanno costruita) auspicano critiche e contributi costruttivi cui i cittadini non sono certo obbligati. Ora aspettiamo  fiduciosi di conoscere le dinamiche che avrebbero determinato questo clamoroso recupero, sperando che faccia onore alla nostra città. Così come aspettiamo che vengano aperti i cassetti dove sono nascosti da troppo tempo quei provvedimenti che la città aspetta. E, con l’occasione, sarebbe opportuno che ci informaste in qual modo si è rimediato alla rinuncia in collettivo dei tecnici all’elaborazione del PUC. Altro che soldi per feste pure millantate. Come in precedenza mettiamo link della regione per conferma:http://www.regione.campania.it/assets/documents/allegato-f.pdf  — http://www.regione.campania.it/assets/documents/allegato-e-dxm7kku2ymbqp86j.pdf

 

Se leggi questo messaggio significa che hai letto l’articolo. Ora clicca sul google adsense inserito in questa pagina. Un gesto piccolo, veloce, gratuito per te, ma molto importante per noi.

 

LA REGIONE HA AUTORIZZATO LO SCORRIMENTO DELLA GRADUATORIA

Insinuazioni per piccoli interessi di bottega





Commenti