Valentini, la tranquillità di vivere in Occhiobello in sicurezza

Anche le più recenti statistiche presentate dal Ministero degli Interni in sede nazionale e da Prefettura e forze dell’ordine in sede provinciale tendono a delineare una situazione di diminuzione dei reati, in modo particolare dei furti nelle abitazioni, cosa che dovrebbe corrispondere a più diffusi livelli di sicurezza.

Ciò nonostante il tema della sicurezza è percepito anche dai nostri concittadini in cima alle preoccupazioni sociali, oltre ad essere ritenuto un diritto primario e una componente indispensabile nella qualità della vita.

Quindi, in un luogo si vive bene se è buono il livello di sicurezza avvertito dai residenti. La mia amministrazione, in caso di vittoria alle elezioni, intende qualificarsi per un esteso modello di governo della sicurezza urbana ad Occhiobello, al fine di riuscire a garantire agli occhiobellesi la tranquillità di poter vivere il paese in sicurezza.

Prima di tutto intendo mantenere i già fruttuosi rapporti con la locale stazione dei Carabinieri, sollecitando agli organismi competenti una sempre maggiore presenza delle forze dell’ordine sul territorio, con finalità di prevenzione e contrasto agli atti criminosi.

E’ mio intendimento rafforzare il corpo di Polizia locale del comune, dotandolo di nuovo organico, allo scopo di poter aumentare il presidio e il controllo del territorio a vantaggio della sicurezza comune, istituendo anche un terzo turno di servizio degli agenti della Polizia locale. Inoltre, implementerò i mezzi necessari per svolgere le attività degli agenti con strumentazioni all’avanguardia necessarie a garantire la maggior efficacia di intervento.

A tal fine, completerò l’azione già intrapresa di dotare Occhiobello di un sistema di videosorveglianza con l’installazione di nuovi varchi lettura targhe e telecamere agli accessi del Comune oltre che nelle zone ancora non servite e considerate particolarmente rilevanti.
Proporrò di costituire un tavolo permanente di confronto tra il Comandante della locale stazione Carabinieri e il Comandante della Polizia locale oltre a quelli dei comuni limitrofi, con lo scopo di garantire un pieno coordinamento delle attività sul territorio a garanzia di un maggior presidio e di una maggiore efficacia d’intervento, con scambio continuo di informazioni necessarie sia a prevenire i reati che nelle più delicate operazioni investigative.

La collaborazione con le forze dell’ordine sarà utile anche in ordine al controllo della situazione dei parcheggi, nelle zone di divieto di sosta dei Tir o mezzi di trasporto pesante lungo la via Eridania.
E’ infatti mia volontà limitare l’accesso dei mezzi pesanti nelle aree commerciali durante le ore notturne, cercando di installare oltre ai divieti, vere e proprie barriere, in modo da tutelare le abitazioni, le infrastrutture e le attività commerciali.

Il mio intendimento va nella direzione di un sempre più esteso ruolo delle associazioni di volontariato locali, al fine di poter usufruire della loro competenza in materia di sicurezza ed emergenza, a supporto del presidio del territorio e a garanzia della sicurezza dei cittadini.
Assieme alle varie associazioni presenti sul territorio istituirò corsi di formazione gratuiti sia per i cittadini che per addetti comunali, assistenti sociali ed insegnanti in tema di primo soccorso, gestione dell’emergenza da calamità naturali, prevenzione truffe, prevenzione furti in appartamento, prevenzione bullismo, prevenzione dipendenze, reati informatici, web reputation, anti stalking, prevenzione all’usura. In sinergia con le associazioni di volontariato appronterò un programma volto ad ottenere un controllo del territorio anche durante le ore notturne. Istituirò il “controllo di vicinato on line”, consistente in reti di cittadini divisi per vie o quartieri, coordinati tramite social network per segnalare eventuali situazioni sospette.

Per finire, a tutela delle zone golenali e di ogni altro spazio pubblico nel territorio, prevedo l’installazione di specifica strumentazione atta a sorvegliare le aree oggi oggetto di abbandono di rifiuti.
Tutte queste mie idee e progetti mirano a fornire agli occhiobellesi non solo la percezione, ma anche la garanzia di presidio del territorio e quindi la certezza di vivere in un luogo sicuro per noi e per i nostri figli.

COMUNICATO STAMPA “OCCHIOBELLO PER TE”

“OCCHIOBELLO PER TE” PONE AL PRIMO POSTO LE PRIORITA’ DEI CITTADINI (GIOVANI, DONNE, FAMIGLIE, ANZIANI, MALATI):





Commenti