Ciò che conta è l’appoggio della gente

“In merito all’articolo” (pubblicato su “Il resto del Carlino”) “sulla minacciata querela nei confronti miei e della mia squadra, attendo notizie certe da parte dei legali del Sindaco Daniele Chiarioni. Per il momento ho potuto solo leggere un articolo nel quale compaiono alcune sue frasi virgolettate le quali, tra l’altro, non dichiarano espressamente la volontà di denuncia diretta a me. Le frasi ritenute offensive nei confronti del Sindaco, oggetto della presunta querela, sarebbero uscite nel corso degli incontri pubblici: ebbene, attendiamo sviluppi in carta da bollo.  Ciò che per il momento non si è fatto attendere, è la valanga di incoraggiamenti e di consensi che mi sono stati inviati via email, tramite messaggi privati e anche sui social, a me personalmente e ai candidati della lista civica CambiamOcchiobello. Decine e decine di esortazioni a continuare, a non lasciarci intimorire, a procedere per il rinnovamento del nostro Comune hanno allietato la sgradevole sensazione provata leggendo quel titolo. Ed è questo ciò che conta: avere l’appoggio della gente, di tanti cittadini che sono stanchi dei vecchi metodi di fare politica e che sperano in una nuova era per questo Comune, che merita di essere guidato da chiarezza, competenza e lungimiranza. Per questo non ho perso le speranze di incontrare Davide Valentini di fronte agli Occhiobellesi. Questo è il punto essenziale di tutta la campagna elettorale: i cittadini chiedono il confronto tra me, lui e un moderatore. Non certo occasioni per “sbraitare” o “stare sotto i riflettori”: da sempre tutti mi riconoscono pacatezza, equilibrio e serenità dialogica, maturate per professione e per temperamento. Sono consapevole di ciò che dico, preparata e informata. Non mi appartiene l’uso della polemica. Un sindaco deve saper parlare alla gente, come ci ha ben abituati il sindaco Chiarioni nella sua decennale esperienza, dimostrando fluido eloquio e ottima oratoria. Altro che “arena per offendere”… a questo punto dovrei sentirmi offesa io, che due mesi fa sono stata dipinta dagli avversari sui giornali come “muta” e adesso sono divenuta per magia una che “sbraita”? Per non parlare di altre voci assurde sulla nostra lista e il nostro programma che, anche se non sono scritte sui giornali, vengono fatte girare ad arte, non si sa da chi, nel paese per cercare di screditare chi potrebbe portare un cambio di amministrazione che evidentemente spaventa qualcuno, ma è auspicato dalla maggior parte dei cittadini.Chi si dovrebbe sentire davvero offeso è il popolo di Occhiobello, al quale è stato sottratto il diritto di ascoltare dalla viva voce dei candidati sindaco proposte a confronto su contenuti e temi sostanziali per la loro vita, che uscirebbero senza dubbio alcuno da questo auspicato faccia a faccia. Io ci sono. 

COMUNICATO STAMPA SONDRA COIZZI – candidato sindaco per la lista civica CambiamOcchiobello

FOCUS SUL PROGRAMMA:





Commenti