L’assessore fa affermazioni non corrispondenti alla realtà

Sindaco ed assessori di un qualsiasi comune italiano percepiscono uno stipendio di entità variabile in base al numero degli abitanti ed all’attività professionale privata svolta (dipendente, libero professionista, disoccupato). In merito a tale argomento, riferito al proprio ente locale, il gruppo di minoranza “Occhiobello per te” puntualizza, precisa alcuni aspetti relativi al comportamento di un membro dell’esecutivo cittadino.

Dal sito del Comune, che per trasparenza pubblica le indennità dei componenti di giunta, pare che quanto affermato dall’assessore Alberghini sui risparmi dell’ente, non corrisponda al vero – scrive la civica nella nota pubblicata sulla pagina face book “Davide Valentini Occhiobello per te” – L’assessore sostiene che “la giunta non rinuncerà al proprio lavoro, questo comporta un’indennità inferiore che fa risparmiare in parte l’amministrazione”. L’assessore fa affermazioni non corrispondenti alla realtà, in base ai dati resi pubblici, a discapito della corretta informazione verso  i cittadini. Chi è amministratore dovrebbe sapere che ha diritto ad una indennità e questa è proporzionata alla tipologia di lavoro svolto. Non crediamo sia difficile comprendere che nella precedente legislatura gli assessori libero professionisti rinunciavano al tempo nel proprio lavoro per dedicarsi al pubblico e questo era motivo di minori introiti personali ed un diritto in termini di legge, di percepire l’integrale indennità di carica. Oggi, un amministratore che è anche dipendente, mette sulla bilancia uno stipendio pieno percepito oltre ad un compenso del 50% da amministratore. A conti fatti, forse introita molto di più. Ma non è nostra abitudine fare i conti in tasca a nessuno. L’assessore, inoltre, puntualizza e pubblicità un’attività non amministrativa “english camp” nel corso di un’intervista in cui veste il suo ruolo pubblico. Da sottolineare che a gran voce sosteniamo questa bellissima iniziativa per far crescere i nostri bambini, ma – chiarisce la civica – solamente se fatta con il solo fine educativo e non strumentalizzata dall’assessore Alberghini per sopperire al suo attuale non fare come assessore alle politiche sociali. Probabilmente era più nelle corde dell’assessore Bordin effettivo titolare della delega all’istruzione una tale bellissima iniziativa. Fare l’amministratore è imparare anche a distinguere le proprie attività extra amministrative dalle reali opportunità per la collettività”.

BUON COMPLEANNO RISONANZE MEDIATICHE!!





Commenti