Occhiobello, parla il segretario comunale Medici

Il nuovo incarico ricevuto dal segretario comunale di Occhiobello ha suscitato più parole di quelle che erano pronosticabili. Dopo la doppia nota ufficiale del gruppo di minoranza “Occhiobello per te”, giunge quella dell’ente di piazza Matteotti. Ad esporsi è il dottor Angelo Medici. “Dopo aver svolto il mio incarico con l’Amministrazione uscente, avevo ritenuto di non proseguire l’impiego a Occhiobello – afferma – Il Sindaco Coizzi e la nuova Amministrazione mi hanno fatto rivalutare le mie considerazioni, mi hanno dato fiducia e l’opportunità di vedere confermato con loro il mio ruolo. In questi pochi mesi di collaborazione ho trovato un clima positivo e stimolante e abbiamo lavorato con reciproca soddisfazione. Il mio pensiero va anche al Sindaco e all’Amministrazione di Stienta per la proficua e intensa collaborazione di questi anni. Sulla base di queste considerazioni, avevo ormai creduto di continuare qui il mio lavoro. Si è prospettata tuttavia questa nuova occasione di crescita professionale, ho riflettuto molto sul da farsi, non è un passo che faccio a cuor leggero e, dall’altra, sento lo stimolo di mettermi in gioco in nuove realtà professionali”.

Sulla questione interviene anche la “fascia tricolore”. “Il commento delle forze di opposizione è quantomeno prematuro e si inserisce a gamba tesa in un procedimento delicato quale quello della nomina del segretario comunale – sottolinea Sondra Coizzi Facciamo un po’ di chiarezza. L’incarico del dott. Medici presso il Comune di Cadoneghe (indicato nell’articolo cui fa riferimento la minoranza) è articolato in due fasi: la prima ha natura di reggenza temporanea ed è stata da me autorizzata su sua espressa richiesta. La seconda fase dell’incarico ha invece natura definitiva, ma è subordinata alla costituzione di una convenzione con altri Enti. Questo non significa che vi sarà un trasferimento immediato cui sembra invece alludere la nota del gruppo di minoranza”.





Commenti