Un sistema che “comporta un oggettivo risparmio”

La rimodulazione della raccolta porta a porta della carta e i costi del servizio sono stati presentati in commissione ambiente dall’assessore competente Enrico Leccese e dal direttore di Ecoambiente Valerio Frazzarin. “Il Comune di Occhiobello si allinea al resto dei Comuni della Provincia – ha spiegato Leccese -, passando a un sistema di meccanizzazione che agevola lo svuotamento e ci permette, complessivamente, di fare economie riducendo il numero dei passaggi da quindicinale a mensile”.

La sostituzione degli attuali contenitori per la raccolta della carta da 40 litri con i contenitori carrellati da 120 litri, deriva dalla necessità, da parte del gestore Ecoambiente, di introdurre bidoni facilmente sollevabili dall’automezzo per effettuare l’operazione di svuotamento limitando l’intervento manuale degli operatori. La maggiore capienza del contenitore comporterà una raccolta a frequenza mensile che sarà di lunedì (sul calendario saranno indicate le date a seconda delle zone di residenza) a partire da marzo. I nuovi contenitori da 120 litri saranno consegnati alle famiglie tra gennaio e febbraio e, al momento della consegna dei sacchetti, le utenze riceveranno anche il calendario e le informazioni utili sul nuovo sistema di raccolta.

Per quanto riguarda i costi del servizio, Leccese precisa: “Sulla base della bozza del progetto finanziario 2020, fornito da Ecoambiente, il costo annuo preventivato passa da circa 103mila euro a circa 82mila euro, è chiaro che dovremo ammortizzare il costo dei nuovi bidoni negli anni, tuttavia la diminuzione dei passaggi per lo svuotamento comporta un oggettivo risparmio”. In alcuni complessi condominiali ad alta densità abitativa resteranno in uso i bidoni da 40 litri e il ritiro continuerà a essere con cadenza quindicinale, le famiglie interessate saranno preventivamente informate sulle modalità di raccolta.

UFFICIO STAMPA COMUNE DI OCCHIOBELLO





Commenti