Coronavirus, non ci sono casi sospetti in Polesine

L’assessore ai Servizi sociali Lorenza Alberghini ha partecipato all’incontro, in cittadella sanitaria, alla Conferenza dei sindaci con i vertici dell’azienda Ulss 5 che hanno illustrato i protocolli in caso di coronavirus e le linee precauzionali seguite. “Attualmente non ci sono casi sospetti in Polesine – riferisce l’assessore –, la nostra azienda sanitaria raccomanda di telefonare al numero verde 1500, al medico di base o al 118 in caso di timore di contagio senza recarsi di persona per salvaguardare le altre persone e di adottare misure di precauzione a chi è a contatto con il pubblico. E’ stata suggerita una sorveglianza passiva, cioè, in presenza di sintomi, è bene misurare la temperatura tutti i giorni, ricordo che si è ancora in tempo per fare il vaccino antinfluenzale che, pur non proteggendo dal coronavirus, può dirigere l’attenzione su altre patologie. L’ospedale è stato attrezzato e, qualora si verificasse un’emergenza, un’area verrà isolata – conclude l’assessore Alberghini -, in ogni caso tutti i livelli di intervento sono stati prontamente coinvolti: ospedali, distretti, medici di medicina generale e pronto soccorso”.

L’azienda Ulss 5 ha messo quindi al corrente i sindaci dei protocolli approntati secondo le indicazioni ministeriali e della Regione. L’assessore Alberghini ha incontrato la dirigente dell’istituto comprensivo di Occhiobello Morena Passeri che divulgherà agli studenti l’informativa del ministero e resterà in contatto con l’amministrazione in caso di situazioni da segnalare all’Ulss 5, per una rete di collaborazione tra istituzioni.

UFFICIO STAMPA COMUNE DI OCCHIOBELLO





Commenti