Coizzi: “L’ostilità non aiuta”, stiamo a casa

“Restare a casa” è la direttiva contenuta del DPCM dell’8 marzo scorso che, non tutti stanno rispettando alla lettera come si evince dalle sanzioni comminate dalle forze dell’ordine e non solo. “Leggo sui social interventi accaniti di persone insofferenti verso chi esce di casa per varie esigenze – afferma il sindaco Sondra Coizzi – Le regole che si sono fatte via via più stringenti, è chiaro che vanno rispettate. L’ostilità non aiuta, l’insulto non contribuisce a raggiungere l’obiettivo comune che è superare al più presto questa emergenza. Esistono poche deroghe e le forze dell’ordine stanno facendo di tutto per fare rispettare i divieti, denunciando all’autorità chi non ha un motivo comprovato per uscire. La decisione di chiudere parchi e giardini fino al 3 aprile, come ho avuto modo di spiegare, ricade su tutti, ma è stato inevitabile visto il riunirsi di troppi gruppi al viale dei Nati e in altri giardini pubblici. Le persone devono stare a casa o, se escono, uscire da sole e mantenere la distanza sociale. Ogni forma di assembramento è vietata. Stiamo parlando di possibilità di contagio che dobbiamo in tutti i modi fermare, anche ricorrendo a strumenti più restrittivi che impediscano fisicamente l’entrata nei luoghi pubblici come parchi e giardini. Nei prossimi giorni ci sarà la possibilità di diffondere messaggi audio, tramite auto di servizio, per invitare le persone a stare in casa“.

L’amministrazione comunale ha programmato interventi specifici di disinfezione e sanificazione dei luoghi di lavoro del Comune per implementare le misure di contenimento dell’emergenza sanitaria Covid-19. Gli interventi saranno eseguiti tra venerdì 20 e sabato 21 marzo nella sede municipale, in sala consiliare, in biblioteca, nel magazzino, nella sede staccata di via Roma e nella delegazione di Santa Maria Maddalena. Il costo della disinfezione è di 915 euro.

Sono collocate in una busta e affisse alla porta della sede municipale e della delegazione di Santa Maria Maddalena, alcune copie del nuovo modello di autodichiarazione per gli spostamenti diramato dal ministero dell’Interno. Il modello rivisto per le autodichiarazioni in caso di spostamenti contiene una nuova voce con la quale l’interessato deve autodichiarare di non trovarsi nelle condizioni previste dall’art. 1, comma 1, lett. c) del Dpcm 8 marzo 2020 che reca un divieto assoluto di mobilità dalla propria abitazione o dimora per i soggetti sottoposti alla misura della quarantena ovvero risultati positivi al virus Covid-19.

UFFICIO STAMPA COMUNE DI OCCHIOBELLO

IN ALTO, DI FIANCO, C’E’ L’ELENCO DELLE ATTIVITA’ COMMERCIALI CHE EFFETTUANO LA CONSEGNA A DOMICILIO DELLA SPESA





Commenti