Leccese: “Non date da mangiare ai randagi…”

Dobbiamo dissuadere i cittadini che alimentano animali randagi o selvatici perché questi comportamenti stanno attirando anche altre specie”. L’assessore all’Ambiente Enrico Leccese sta predisponendo locandine che saranno affisse in paese per informare i cittadini sull’inopportunità di dare da mangiare e, quindi, creare le condizioni di sviluppo di alcuni animali: “Il cibo – spiega Leccese -, purtroppo attira anche piccioni, la cui alimentazione è vietata da regolamento comunale, oltre a ratti e parassiti pericolosi per la salute pubblica. Stiamo monitorando la situazione cercando di individuare dove si formano le circostanze più adatte alla proliferazione soprattutto dei piccioni, evitare le fonti di alimentazione è già un primo passo per non favorirne la presenza”.

Giovedì 22 luglio il Comune ha inviato la seguente nota integrativa. “In riferimento alla comunicazione relativa alla somministrazione di cibo agli animali, l’amministrazione comunale precisa che l’invito è incentrato sulla necessità di non alimentare, seppure indirettamente i piccioni, come espressamente vietato dal regolamento comunale, e attirare infestanti, potenzialmente pericolosi dal punto di vista sanitario, quali blatte e ratti. Non è, dunque, l’atto di alimentare gli animali domestici il problema, ma lasciare cibo su marciapiedi e strade per periodi prolungati. Coloro i quali intendano offrire alimenti a cani e o gatti, sono invitati a controllare e pulire il luogo in cui viene depositato il mangime”.

Commissione cultura il 22 luglio

Mercoledì 22 luglio alle 18,15 la terza commissione consiliare cultura ed eventi si riunisce, in sala giunta, per discutere del regolamento per la disciplina dell’albo delle associazioni (e organismi di partecipazione) per la concessione dei contributi e del patrocinio. La commissione è presieduta dal consigliere Laura Bella.

UFFICIO STAMPA COMUNE DI OCCHIOBELLO





Commenti