Coizzi: “Oggi come allora dobbiamo restare uniti”

Una corona deposta alla lapide dei barcaioli di San Benedetto Po in piazza Matteotti e una cerimonia ristretta alle autorità civili, militari e religiose nell’anniversario dell’alluvione del 1951. Il sindaco Sondra Coizzi ha commemorato le vittime di quel tragico evento in Polesine ricordando anche la ricostruzione che ne seguì: “Il nostro quotidiano è stato stravolto, ci sentiamo annichiliti da questa situazione e oggi, come allora, dobbiamo appellarci all’unità, alla condivisione e alla collaborazione fra istituzioni, cittadini, forze politiche perché siamo una comunità che ha di fronte un unico nemico subdolo, ma rispetto al quale il senso di responsabilità dei singoli può molto”.

UFFICIO STAMPA COMUNE DI OCCHIOBELLO





Commenti