Pubblica amministrazione e lavoro agile, i numeri di Occhiobello

Il municipio è e deve continuare ad essere la casa dei cittadini, una casa di vetro, trasparente, al passo con la tecnologia, dove forse un giorno si potrà accedere solo su appuntamento ma dove non si dovrà mai smettere di trovare la porta aperta”. L’assessore al Personale Silvia Fuso, nell’approfondimento digitale Il Municipionline pubblicato sul sito istituzionale, riflette su come il 2020 abbia comportato modalità diverse di lavoro tra i servizi comunali.

Durante il confinamento – spiega Fuso – hanno prestato servizio in modalità agile una ventina di dipendenti, altri hanno smaltito le ferie arretrate per cui il numero degli assenti era maggiore, poi, con la ripresa dei contagi del mese di ottobre è stato necessario un ripensamento delle modalità di lavoro agile, con la programmazione di investimenti in termini di postazioni lavorative e l’organizzazione di turni di lavoro alternati in presenza e modalità agile per garantire al meglio i servizi al cittadino”.

Il 2020 è stato anche l’anno di dipendenti in mobilità e nuove assunzioni: “L’amministrazione comunale – continua Fuso – ha attuato una politica di ricambio del personale attraverso la mobilità di dipendenti di altre amministrazioni pubbliche e l’assunzione diretta di nuove figure, processi resi indispensabili sia da trasferimenti e cessazioni di rapporti di lavoro sia dalla volontà di incrementare la dotazione organica di alcuni servizi, per un totale di 64 dipendenti”.

Nell’ultimo anno, nel Comune di Occhiobello hanno preso servizio un istruttore direttivo e un collaboratore amministrativo ai servizi demografici, provenienti rispettivamente dal Comune di Ferrara e dal Comune di Rovigo, due istruttori amministrativi all’ufficio segreteria, uno proveniente dal Comune di Badia Polesine e una dipendente a tempo determinato assunta da una graduatoria del comune di Porto Viro, in comando per 12 ore a Stienta, un nuovo messo comunale, assunto da graduatoria in corso di validità del Comune di Stienta, un nuovo agente di polizia locale, proveniente dall’Unione dei Comuni Modenesi Area Nord, un’assistente sociale, assunta da graduatoria in corso di validità del Comune di Occhiobello e un istruttore amministrativo nell’ufficio di staff del sindaco, assunto tramite avviso pubblico.

UFFICIO STAMPA COMUNE DI OCCHIOBELLO

La redazione di Risonanze Mediatiche augura ai suoi lettori un Natale sereno, ricordandoci di rispettare sempre le prescrizioni anti Covid 19





Commenti