Bordin: “Il gruppo è molto motivato”

Primo consiglio comunale dei ragazzi in presenza nella sala del municipio. I giovani, eletti a febbraio e che negli ultimi mesi hanno organizzato le attività soprattutto in modalità virtuale e a distanza, si sono seduti ai banchi del consiglio comunale per conoscersi meglio e programmare le iniziative. “Il gruppo è molto motivato – dice l’assessore alla Pubblica istruzione Lorenza Bordin, presente all’incontro -, e porta idee concrete che già a gennaio potranno essere oggetto di confronto con la giunta municipale, prevediamo infatti un incontro tra amministratori e ragazzi per accogliere gli stimoli che i ragazzi vorranno suggerirci”.

Tra i programmi del mandato amministrativo del consiglio comunale dei giovani, di cui è sindaco Aurora Melega, sono presenti la pulizia di argini e parchi, visite agli anziani delle case di riposo, una banda musicale in collaborazione con l’indirizzo musicale dell’istituto comprensivo, stagione teatrale per ragazzi, videoconferenze su temi di cultura e attualità e favole raccontate in biblioteca ai più piccoli.

Durante la seduta, a cui hanno partecipato le insegnanti referenti, è stato nominato presidente del consiglio Jacopo Borghi, segretario Rachele Boldrin e il consigliere Nicolò Davì in surroga a Mattia Dinaku. Il dirigente scolastico dell’IC Occhiobello Salvatore Madaghiele ha inviato ai ragazzi un video in cui ha augurato loro buon lavoro.

ALBERGHINI: “RIPARTIRE DALLA SOCIALIZZAZIONE E DALL’AGGREGAZIONE DEGLI ANZIANI”.

Sarà una ripresa che ripartirà anche dai nostri anziani, una delle fasce della popolazione più colpite dalla pandemia”. L’assessore ai Servizi sociali Lorenza Alberghini ha incontrato la consulta comunale degli anziani, presieduta da Fulvio Dal Ben per impostare alcuni progetti da avviare non appena l’emergenza sarà alle spalle. “Ritengo un privilegio – prosegue Alberghini – potere dialogare con una consulta che conosce profondamente la categoria della terza età e si adopera con proposte per andare incontro ai problemi degli anziani”. In sede di confronto tra amministrazione e consulta, è stato discusso su come avvicinare nuovamente gli anziani, a pandemia conclusa: “Gli anziani sono i meno raggiungibili – aggiunge Alberghini – e stanno soffrendo una forma di isolamento che li sta fiaccando psicologicamente, è nostra intenzione, quindi, ripartire dalla socializzazione e dall’aggregazione, non appena l’emergenza sanitaria sarà finita, in modo da restituire agli anziani quella dimensione di comunità che da quasi un anno non vivono”.

La redazione di Risonanze Mediatiche augura ai suoi lettori un sereno 2021 sereno, ricordandoci di rispettare sempre le prescrizioni anti Covid 19

A GIUGNO, IN PIAZZA MATTEOTTI, SI TENNE L’INSEDIAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI.





Commenti