Occhiobello adotta la Carta delle Pari opportunità

Unanimità in consiglio comunale per l’adozione della Carta delle Pari opportunità. Il documento, elaborato dalla commissione provinciale delle Pari opportunità e promosso con convinzione dall’amministrazione comunale, intende “contribuire alla lotta contro tutte le forme di discriminazione – genere, età, disabilità, etnia, fede religiosa, orientamento sessuale e altre forme che potrebbero nascere nel tempo – impegnandosi al contempo a valorizzare le diversità all’interno della società, della politica e della famiglia.”

La Carta individua azioni specifiche per i casi di violenza sulle donne per i quali si prevede un servizio di accompagnamento al centro antiviolenza o alle forze dell’ordine; per i casi di uomini responsabili di maltrattamenti, inoltre, si prevede un sostegno psicologico e/o l’avvio ai centri specializzati nella cura e nella prevenzione dei comportamenti violenti. Azioni anche per la promozione dell’impegno dell’amministrazione a “dare testimonianza delle politiche adottate in un’ottica di comunità realmente solidale e responsabile.”

L’assessore alle Politiche sociali Lorenza Alberghini commenta così l’adozione della Carta: “L’apertura il 25 novembre scorso del primo safe space sul territorio provinciale, un luogo di ascolto protetto e confortevole ricavato all’interno della caserma dei Carabinieri di Santa Maria Maddalena dopo mesi di fattiva collaborazione fra l’amministrazione e l’Arma, ci permette di essere già a buon punto rispetto alle indicazioni della Carta che abbiamo adottato. Due passaggi, questi, che testimoniano che il nostro impegno continua e continuerà a favore di chiunque incontri difficoltà nel realizzare il proprio progetto di vita”.

UFFICIO STAMPA COMUNE DI OCCHIOBELLO





Commenti