La Giornata della Memoria dell’IC Occhiobello

Oggi è una giornata per ricordare insieme e per potere scegliere: scegliere modi di pace, inclusione e condivisione che portino ad avere il cuore libero dalla violenza, i racconti della storia ci consegnano troppo orrore e troppo odio, ma grazie a questi giovani stiamo assistendo a qualcosa di diverso”.

L’assessore alla Pubblica istruzione Lorenza Bordin ha aperto la Giornata della memoria a cui hanno partecipato le scuole primarie e secondarie dell’istituto comprensivo di Occhiobello, accogliendo Cristina Chiaffoni, discendente di persone deportate nei campi di concentramento.

I ragazzi sono arrivati all’appuntamento preparati sul periodo storico – continua Bordin – e interessati a capire da una testimone che cosa gli uomini siano stati in grado di compiere ai danni di altri uomini, ma anche cosa abbia significato uscire vivi e affrontare la vita”.

Durante la mattinata, i professori di musica Guido Bottura, Stefano Ongaro e Lorenzo Rubboli hanno eseguito un brano, mentre il professor Francesco Toso, accompagnato dal professor Marco Pollice, ha prestato la sua voce sulle note di uno spartito di Ilse Weber, insegnante rinchiusa nei campi di concentramento.

UFFICIO STAMPA COMUNE DI OCCHIOBELLO

NEL 2019 OCCHIOBELLO CONFERI’ LA CITTADINANZA ONORARIA A LILIANA SEGRE.





Commenti