Covid, 11 positivi su 17 in sorveglianza attiva

Il Veneto è in zona gialla dalle ore 00.01 di oggi e questo consente una maggiore libertà ai cittadini ed a determinate attività economiche. “Non significa avere il via libera sui confini regionali o dimenticare le misure di sicurezza – chiarisce il sindaco Sondra CoizziFino al 15 febbraio rimane il divieto di oltrepassare il confine regionale se non per lavoro, necessità e salute, se siamo riusciti ad abbassare il numero dei positivi e delle persone in sorveglianza attiva, è perché abbiamo osservato le regole e limitato gli spostamenti”.

Il sindaco precisa quante sono le positività a Occhiobello: “Attualmente ci sono diciassette persone in sorveglianza attiva di cui undici positive, solo fino a tre settimane fa c’erano circa cento persone in sorveglianza e sessanta positive, è evidente che quando i cittadini si attengono alle disposizioni e ciascuno si muove responsabilmente, gli sforzi danno risultati e su questa linea dobbiamo proseguire”.

Il rischio, rileva il sindaco, è tornare in fascia arancione: “Non possiamo permetterci di rallentare ancora una volta la ripresa delle nostre attività economiche, essere in fascia gialla comporta, prima di tutto, che molti operatori possano riprendere a lavorare e sono certa che lo faranno nella massima sicurezza”.

UFFICIO STAMPA COMUNE DI OCCHIOBELLO





Commenti