Coizzi: “Abbiamo scongiurato il peggio”

Sono terminate verso mezzanotte di venerdì 19 febbraio le operazioni dei vigili del fuoco, nucleo Nbcr (nucleare biologico chimico radiologico) di Mestre, in supporto alla squadra provinciale giunta da Rovigo, per la bonifica e messa in sicurezza di due cisterne abbandonate da cui fuoriusciva gas in un terreno di via Piacentina. I vigili del fuoco hanno provveduto a chiudere le valvole, hanno inserito acqua nelle cisterne e bruciato il gas contenuto. Le cisterne, di 5 metri cubi ciascuna, contenevano, come riferisce la Polizia locale, circa 1600 litri di gpl in totale.

La Polizia locale, che era intervenuta nel pomeriggio di venerdì su segnalazione di cittadini allarmati dall’odore di gas, ha seguito le operazioni dei vigili del fuoco fino alla conclusione. “La situazione era estremamente pericolosa – commenta il sindaco Sondra Coizzi che si è recata sul posto – e solo con l’intervento dei vigili del fuoco e della Polizia locale di Occhiobello, si è scongiurato il peggio. Li ringrazio a nome della cittadinanza per la loro professionalità e tempestività nel risolvere questo problema di sicurezza pubblica. Voglio sollecitare chiunque abbia in proprietà rifiuti speciali, pericolosi, tossici e potenzialmente disastrosi, di bonificare immediatamente il sito per scongiurare danni irreparabili all’ambiente, a cose e soprattutto a persone. L’amministrazione è attenta e motivata alla risoluzione di questi problemi, auspico che gli autori della manomissione siano individuati e adeguatamente puniti”.

UFFICIO STAMPA COMUNE DI OCCHIOBELLO





Commenti