Protocollo d’intesa per “la qualità dell’abitare”

Si uniscono in un protocollo d’intesa i Comuni di Badia Polesine (capofila), Bergantino, Lendinara, Occhiobello, Stienta, Ficarolo e la Regione Veneto per partecipare al ‘programma innovativo nazionale per la qualità dell’abitare’.

La giunta ha approvato il protocollo d’intesa per aderire, in forma associata, al bando del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per il quale sono stati stanziati 853,81 milioni di euro finalizzati a ‘riqualificare e incrementare il patrimonio residenziale sociale, rigenerare il tessuto socioeconomico, incrementare l’accessibilità, la sicurezza dei luoghi e la funzionalizzazione di spazi e immobili pubblici, migliorare la coesione sociale e la qualità della vita dei cittadini’.

I progetti dei Comuni partecipanti saranno valutati sulla base di criteri come il consumo del suolo pari a zero tramite il recupero di aree già urbanizzate, soluzioni ecosostenibili nelle aree esposte al disagio abitativo e socioeconomico, recupero e valorizzazione dei beni culturali, ambientali e paesaggistici, maggiore accessibilità e sicurezza dei luoghi, una nuova e diversa funzionalizzazione di spazi e immobili pubblici da tempo in disuso per migliorare la coesione sociale e la qualità della vita dei cittadini.

UFFICIO STAMPA COMUNE DI OCCHIOBELLO





Commenti