“Al gestore spetta l’attivazione della piscina”

Le discipline sportive sono tra quelle maggiormente colpite dalla pandemia che sta fortemente limitando le proprie attività. In tale ambito sono molte le conseguenze sul nuoto, settore, inoltre, in cui diversi atleti di Occhiobello si stanno allenando altrove per la chiusura dell’impianto locale. “Sin dall’autunno scorso – annuncia il sindaco Sondra Coizzi ci siamo messi in ascolto delle società sportive che utilizzano la piscina comunale e della società Pool 4.0 che gestisce l’impianto per capire se fosse possibile in qualche modo conciliare le esigenze degli uni e degli altri. Da un lato, le società sportive chiedevano di continuare ad allenarsi nella nostra piscina comunale ed evitare una migrazione forzata altrove, dall’altro il gestore su cui dalla primavera 2020 gravavano costi ingenti a fronte di mesi di chiusura e interventi previsti per legge al momento della ripresa estiva. La riapertura della piscina per consentire l’allenamento agli agonisti, avrebbe richiesto una spesa, per il gestore, che non sarebbe stata coperta dagli spazi acqua a disposizione delle società sportive. Avevamo suggerito alle società stesse di cercare altri gruppi che potessero allenarsi a Occhiobello, ma purtroppo questa ricerca non è andata a buon fine. Comprendiamo le difficoltà degli atleti e di Pool 4.0 fra cui abbiamo provato a mediare, tuttavia è al gestore che spetta determinare l’attivazione dell’impianto di Occhiobello. Da parte nostra – conclude – ci stiamo interessando con Acquevenete per ottenere uno sconto sul prezzo dell’acqua visto l’uso e interesse pubblico di questa fornitura”.

UFFICIO STAMPA COMUNE DI OCCHIOBELLO





Commenti