Coizzi: “Tutela dell’ambiente in cima ai miei pensieri”

L’amministrazione comunale di Occhiobello ha deciso di presentare, nel prossimo consiglio del 28 aprile, un ordine del giorno di solidarietà con i Comuni del Delta che si stanno mobilitando contro il rischio di nuove trivellazioni in Adriatico di fronte alle nostre coste.

L’ordine del giorno invita i parlamentari, i consiglieri e assessori regionali e la prefettura della Provincia ad adoperarsi fattivamente per evitare che vengano rilasciate nuove autorizzazioni relative alle attività di prospezione, ricerca e coltivazione di idrocarburi in mare e a terra e a porre in essere tutte le azioni atte a impedire nuovi insediamenti di piattaforme estrattive che possano ledere l’equilibrio di un territorio già fragile come quello del Delta del Po.

Il rischio di abbassamento del terreno a causa delle trivellazioni nella nostra Provincia rimane alto – commenta il Sindaco Sondra Coizzidall’inizio degli anni ’50 a metà degli anni ’70, quando furono estratti 300 miliardi di metri cubi di gas e per i 15 anni successivi, il Delta del Po è sprofondato mediamente di oltre 2 metri e il terreno in subsidenza comporta rischi idrogeologici altissimi, con fontanazzi ed erosioni arginali che minano la sicurezza nel territorio. La tutela dell’ambiente è in cima ai miei pensieri e dobbiamo impegnarci per il futuro dei nostri ragazzi: quest’anno ricorre il 70esimo anniversario dell’alluvione del Po e ho ritenuto doveroso impegnarmi in questa battaglia a sostegno delle amministrazioni del Basso Polesine, cui va tutta la mia solidarietà”.

UFFICIO STAMPA COMUNE DI OCCHIOBELLO





Commenti