Coizzi: la nostra diretta visione di sviluppo

Sono state completate le ultime osservazioni dei sindaci della Zls (zona logistica semplificata) da inviare in Regione relativamente al piano di sviluppo strategico porto Venezia – rodigino, posto alla loro attenzione affinché arrivi al Governo uno studio completo e approfondito sulle potenzialità del territorio.

Su iniziativa del Comune di Occhiobello – spiega il sindaco Sondra Coizzi ci siamo confrontati tra sindaci rispetto al piano proposto dalla Regione per discuterne e redigere un documento unitario che rappresenti le nostre istanze e la nostra diretta visione di sviluppo”.

Di Zls, originariamente Zes, si cominciò a parlare per sedici Comuni polesani all’inizio del 2019 quando si prospettò la possibilità di riattivare lavoro e sviluppo grazie soprattutto ad agevolazioni fiscali e semplificazioni per le aziende che qui vorranno insediarsi.

Continuiamo a credere nell’opportunità della Zls – continua il sindaco -, in primo luogo dobbiamo puntare a un percorso di ascesa del Polesine e non a un ruolo di satellite rispetto a Marghera, pertanto riteniamo fondamentale i collegamenti viari che oggi mancano e la prospettiva di mercati esteri per le nostre aziende. Tutte queste osservazioni condivise dagli amministratori saranno inviate oggi in Regione”.

I territori inseriti nell’area Zls sono Porto Marghera, Campalto, Murano, Arsenale, zona portuale e Tronchetto nel Comune di Venezia, poi Bergantino, Ceneselli, Trecenta, Bagnolo di Po, Fiesso Umbertiano, Polesella, Canaro, Occhiobello, Stienta, Gaiba, Ficarolo, Salara, Calto, Castelmassa, Castelnovo Bariano e Melara.

UFFICIO STAMPA COMUNE DI OCCHIOBELLO





Commenti