Mazzetti e Zuliani Cavalieri della Repubblica

Orgogliosa che due nostri concittadini siano stati insigniti dell’onorificenza di cavaliere della Repubblica”. Il sindaco Sondra Coizzi ha accompagnato in prefettura gli occhiobellesi Serenella Mazzetti e Umberto Zuliani che, dal viceprefetto vicario Rosa Correale, hanno ricevuto il diploma. Serenella Mazzetti, laureata in psicologia e insegnante di scuola elementare in pensione, è da anni attiva nel mondo del volontariato e in particolare con Ancescao a favore della terza età; Umberto Zuliani è stato insignito in quanto titolare dell’azienda di infortunistica Security. “Mi complimento con Serenella Mazzetti e Umberto Zuliani per avere ricevuto un prestigioso riconoscimento per la lunga attività svolta con dedizione e passione”

COIZZI: “DA SEMPRE MOLTO VICINO ALLA NECESSITA'”.

A nome di tutta la mia amministrazione, esprimo profondo cordoglio per l’improvvisa scomparsa nella sua Missione in Mozambico di Don Giuseppe Mazzocco, per anni parroco a Santa Maria Maddalena dove ha lasciato un indelebile ricordo per la sua umanità e la sua capacità di adoperarsi al servizio dell’intera comunità – afferma il sindaco Sondra Coizzi Da sempre molto vicino alle necessità e alle fragilità dei più giovani, Don Giuseppe aveva fondato la Consulta contro il disagio giovanile, una realtà all’avanguardia che aveva saputo raccogliere intorno a un tavolo tutte le realtà del nostro territorio impegnate per e con i ragazzi, dalle associazioni di volontariato al Comune, dagli insegnanti alle forze dell’ordine. La sua capacità di uscire dai confini della parrocchia mettendosi a disposizione dei ragazzi del paese, fondando anche la “Compagnia delle compagnie” che prevedeva tornei sportivi che richiamavano entusiasti e collaborativi anche tantissimi giovani al di  fuori dal mondo parrocchiale, lo hanno fatto fin dal suo arrivo percepire da tutti come un vero pastore per la comunità intera, ed oggi tanti ex ragazzi di Santa Maria Maddalena lo ricordano con affetto e commozione insieme a tutti coloro che lo hanno conosciuto“.

UFFICIO STAMPA COMUNE DI OCCHIOBELLO





Commenti