ERP, accantonati 35000 euro per manutenzione

Nel corso dell’ultimo consiglio comunale, nell’ambito della votazione per gli equilibri di bilancio, l’Amministrazione ha deciso di accantonare 35.000 euro in favore della manutenzione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica (ERP). Di questi, 16.000 provengono dall’avanzo vincolato a spese di investimento del 2020 e gli altri 19.000 impegnati dalla giunta in seguito alla relazione dei tecnici dell’ufficio case popolari che negli ultimi mesi si è adoperato in una attenta analisi della situazione che rendeva questa scelta non più rinviabile dopo anni e anni di abbandono e che sta ora provvedendo a definire le priorità di intervento. “Gli interventi si rendono necessari non solo per riqualificare quello che è un importante patrimonio immobiliare del nostro comune ma anche per la sicurezza e la dignità di chi vi abita – afferma l’assessore al ramo Lorenza AlberghiniTale impegno economico a cui si aggiungerà l’importo delle entrate dalle vendite di alcuni alloggi , va di pari passo ad un’altra iniziativa dell’amministrazione: quella di incentivare, per quanto possibile, l’attuazione di lavori di messa a norma degli alloggi a carico dei locatari in cambio dello scomputo del canone d’affitto. Riteniamo che la casa sia un bene primario in assoluto ma che gli alloggi di edilizia popolare, beni dell’intera collettività, abbiano anche una valenza sociale: imprescindibile il prestare loro la giusta attenzione e la doverosa cura. Questa Amministrazione vigilerà affinché i passati episodi di degrado non si ripetano più e nel caso vengano sanzionati.

In occasione della riapertura del centro diurno del Centro Ricreativo Azzurro di Occhiobello, il 20 Luglio u.s. la Consulta degli Anziani si è riunita per pranzare con i soci e partecipanti del centro. L’iniziativa, che prevede l’apertura dello stesso tutti i martedì dei mesi di luglio e agosto dalle ore 9 alle ore 15, ha registrato un’adesione massiccia a testimonianza della solitudine sofferta dai nostri anziani e della boccata di ossigeno che essa rappresenta per loro dopo i tanti mesi di distanziamento sociale dovuto alla recente emergenza sanitaria da covid-19. Durante le mattinate è sempre prevista una attività di ginnastica dolce a cura degli operatori UISP e qualche lettura da parte di alcuni membri della consulta degli anziani; dopodiché tutto è lasciato alla socializzazione che per ora è la priorità al di là di qualsiasi attività strutturata. “L’idea di ritrovarci con la consulta e di condividere un pasto con i nostri anziani – spiega l’assessore alle politiche sociali Lorenza Alberghini è nata dalla volontà di rendere omaggio a chi ha tanto sofferto ma non si è arreso/a restando in attesa di tempi migliori e mettendosi di nuovo in gioco; ma, soprattutto si è voluta creare una simbiosi fra due realtà diverse ma affini del nostro comune per evidenziarne la loro esistenza ma soprattutto la loro operatività e la loro collaborazione, perché ciò che si crea nel e sul territorio non resti qualcosa di astratto.”

UFFICIO STAMPA COMUNE DI OCCHIOBELLO





Commenti