Apre la mostra Testimoni di un tempo d’acqua

Immagini e oggetti dei giorni dell’alluvione compongono la mostra Testimoni di un tempo d’acqua, che sarà inaugurata lunedì 8 novembre alle 18 nella sede alla Protezione civile di Gurzone. Prima iniziativa inserita nel calendario di eventi per il settantesimo anniversario dell’alluvione, la mostra, aperta tutti i giorni dalle 18 alle 20 fino al 14 novembre, è una galleria espositiva di quattordici gigantografie curate da Franco Rinaldi sui giorni dell’alluvione a cui sono accompagnati oggetti d’epoca recuperati e restaurati da Ugo Squaiella. Nei giorni della mostra, sarà proiettato un video che propone fotografie scattate da personale del Genio civile che nel 1951 fu in servizio a Occhiobello. Sarà proiettato anche un altro video di presentazione dell’esposizione e realizzato dall’assessore Lorenza Bordin. La mostra, aperta al pubblico e alle scuole, è stata realizzata dall’assessorato alla Cultura in collaborazione con Amici della piazza e Protezione civile.

Il programma delle manifestazioni prosegue martedì 9 novembre alle 21 in sala consiliare con lo storico Marco Chinaglia che terrà una conferenza sulle storie e i personaggi lungo il grande fiume. “A settant’anni dalla rotta del Malcantone – anticipa Chinaglia – è bene recuperare la dimensione più intima del rapporto tra il Grande Fiume, da sempre considerato padre – padrone delle nostre terre, oggi compresso nei suoi grandi argini, e la terra polesana. Nel corso della serata, partendo dall’antichità ai nostri giorni – aggiunge Chinaglia – ricorderemo storie e personaggi legati al Po e al territorio di Occhiobello: dai miti greci ai “romei” medievali, dalle guerre tra Estensi e la Serenissima lungo fiumi e canali alle bonifiche moderne, a partire dalle famiglie Pepoli e Bentivoglio, dai viaggiatori settecenteschi come Carlo Goldoni, Charles de Brosses e Goethe ai patrioti ottocenteschi, come Carlo Cavriani e Carlo Pasqualini, alle grandi figure politiche, come Emilio Zanella, e religiose, come Maria Chiara Nanetti, per chiudere con il parroco ed il sindaco dell’alluvione e della ricostruzione, don Aldo Rizzo e Nerio Campioni”.

Il calendario completo degli eventi è stato pubblicato su un numero speciale del Municipionline:

http://www.comune.occhiobello.ro.it/media//allegati/IL%20MUNICIPIO%20ONLINE/2021/5%20novembre%202021.pdf

Mostra fotografica Calzoni corti in biblioteca

Sarà visitabile da lunedì 8 novembre a martedì 30 novembre in biblioteca comunale, la mostra fotografica Calzoni corti. Si tratta di ventuno fotografie di bambini immortalati tra fine Ottocento e inizi Novecento appartenenti a famiglie polesane (Marchiori, Saguatti, Fornari, Cappellozza, De Zaccaria, Ferrarese). Il materiale, di proprietà della Provincia, ritrae i piccoli di famiglie borghesi e benestanti in posa di fronte a uno strumento del tutto nuovo e affascinante per l’epoca.

UFFICIO STAMPA COMUNE DI OCCHIOBELLO

RIECHEGGIANO I RICORDI DEI NONNI





Commenti