Bordin: “Sport veicolo di pace e unione”

Lo sport come luogo di inclusione e accoglienza. Gli assessori Lorenza Bordin e Laura Bella hanno ricevuto la disponibilità di alcune società sportive del territorio ad accogliere i giovani ucraini arrivati nel Comune nelle scorse settimane. Pallavolo Occhiobello e La Vittoriosa hanno fornito l’abbigliamento per gli allenamenti e inserito i ragazzi nelle attività, mentre una ragazza nuoterà come agonista in un impianto natatorio di Ferrara.

“Abbiamo contattato tutte le società sportive affinché lo sport sia veicolo di pace e unione – spiega l’assessore allo Sport Bordin -, ringraziamo chi ci ha già dato disponibilità e chi si unirà, contiamo che queste azioni possano essere di supporto e di riavvicinamento alla vita di tutti i giorni. Il 6 aprile è la Giornata internazionale dello sport per lo sviluppo e la pace, crediamo che lo sport abbia le potenzialità di guidare cambiamenti socioculturali e promuovere la pace, perchè lo sport è legame fra i popoli e risonanza di fronte a problematiche umanitarie importanti”.

UFFICIO STAMPA COMUNE DI OCCHIOBELLO





Commenti