Occhiobello diventa “amico delle api”

Occhiobello diventa Comune amico delle api. Il consiglio comunale ha approvato all’unanimità l’adesione alla campagna CooBEEration, nata nel 2015 nell’ambito del progetto Mediterranena CooBEEration: una rete per l’apicoltura, la biodiversità e la sicurezza alimentare, finanziato dalla UE e a cui hanno aderito atenei (Bologna e Torino), enti e associazioni di categoria.

L’adesione a CooBEEration comporta, da parte del Comune, la promozione delle attività apistiche in maniera diffusa sul territorio, come opportunità di reddito e inclusione sociale; una pianificazione del verde pubblico che comprenda la coltivazione di specie vegetali gradite alle api; attenzione ai trattamenti sulle alberate cittadine, da evitare in fioritura e in presenza di melata; riduzione progressiva, fino all’eliminazione, di erbicidi nella manutenzione dei cigli stradali e negli spazi verdi pubblici. In proposito, il Comune di Occhiobello da anni è Comune libero da pesticidi avendo adottato tecniche alternative, come ad esempio il diserbo a vapore e meccanico.

Dal punto di vista culturale, l’adesione prevede di promuovere una riflessione e un dibattito sia all’interno del consiglio comunale sia nella comunità locale coinvolgendo i cittadini e i principali portatori di interesse, sull’utilizzo degli agrofarmaci in agricoltura e sul loro impatto sull’ambiente e sulla salute, e su possibili strategie di valorizzazione e salvaguardia del territorio che passino attraverso il recupero e l’adozione di buone pratiche agricole incentrate sulla sostenibilità.

Collegata alla tutela della biodiversità e dell’apicoltura, vi è la prevenzione, tramite sistemi biologici, per contrastare la proliferazione della zanzara, azione che il Comune di Occhiobello da anni ha adottato privilegiando larvicidi biologici.

I Comuni amici delle api, inoltre, si impegnano a promuovere iniziative a sostegno dell’apicoltura (eventi, mostre, convegni, premi) e a realizzare azioni concrete e simboliche quali ad esempio il giardino delle api (con piante nettarifere o aromatiche, e eventuali arnie dimostrative), l’ideazione di percorsi didattico-informativi, l’utilizzo delle api come tema artistico e decorativo nei progetti di riqualificazione urbana e di decoro della città.

UFFICIO STAMPA COMUNE DI OCCHIOBELLO





Commenti