“Il sogno del giovane Da Vinci” a Santa Maria Maddalena

Il benvenuto agli studenti di prima media sarà uno spettacolo teatrale. Giovedì 15 settembre, i ragazzi che iniziano il ciclo della scuola secondaria di primo grado, potranno assistere in auditorium a Il sogno del giovane Leonardo da Vinci, un’anteprima per il Comune di Occhiobello della rassegna itinerante il Teatro siete voi – palcoscenico Polesine. La commedia musicale, messa in scena da Barabao Teatro (A Movement Theatre Company) con Ivan Di Noia, Romina Ranzato, curatori anche del testo, avrà le musiche di Andrea Mazzacavallo ed è patrocinata dal Comune. “I primi giorni di scuola, soprattutto per chi inizia un nuovo ciclo di studi – interviene l’assessore alla Pubblica istruzione Lorenza Bordin -, sono un momento che rimane nella memoria, perciò uno spettacolo dedicato al più grande genio di tutti i tempi, ci è sembrato consono per trasmettere un in bocca al lupo ai nostri ragazzi”.

La regista Cristina Ranzato spiega il senso di uno spettacolo su Leonardo: “Una personalità travolgente che ha abitato un capitolo della storia tracciando un solco. Di fronte a lui generazioni di uomini, di tutti i credi e le lingue, si sono fermati. Tentiamo di comprendere come l’umana natura possa arrivare tanto in là. Risuoniamo ammirati di fronte a opere d’indicibile bellezza. Solo il soffermarcisi sarebbe sufficiente ma la domanda nasce spontanea: come diavolo ha fatto? E la curiosità che ha pervaso la vita di quest’uomo, ci spinge a cercare. La nostra umile risposta è uno spettacolo, un carosello di figure, di immagini, emozioni. Il desiderio di scrutare la mente del genio è ancora vivo. Speriamo con questo omaggio, di condividere la gioia”.

Scheda de Il sogno del giovane Leonardo Da Vinci a cura degli organizzatori. Il piccolo Leonardo vive nel suo splendido villaggio di Vinci in Toscana e qui, accompagnato da zio Francesco e nonna Lucia esplora il mondo che lo circonda con estrema curiosità e vitalità, inizia a studiare i moti dell’aria, dell’acqua, degli animali. E forse proprio a Vinci si sono avviati i suoi studi sul volo? E qui ritraendo la madre ha ipotizzato la Gioconda? Il padre, Ser Piero, accorgendosi della bravura del figlio nel disegno decide di portarlo a Firenze alla famosa bottega di Mastro Verrocchio. Malinconicamente, Leonardo lascia Vinci e si trova catapultato nella Firenze del Rinascimento dove arte è sinonimo di cultura, crescita e lavoro. Qui, il giovane Leonardo incontra scultori, orafi, pittori del calibro di Botticelli, Perugino, Ghirlandaio; da loro apprende, impara e migliora. Forse proprio alla bottega del Verrocchio ha ideato il Cenacolo? E ha dato sfogo alla sua immensa creatività, dando vita a congegni meccanici, pennellate sfumate e forsennati appunti? Le difficoltà legate al mondo dell’arte incombono sul giovane che desideroso di migliorare la vita dell’uomo si scontra con le vecchie e datate concezioni. E così il sogno del giovane Leonardo diventerà realtà, riuscirà ad aprire una Bottega tutta sua e a volare verso l’infinità dei secoli a venire.

Scenografia, costumi e maschere: Roberta Bianchini ; falegnameria: Francesco Di Noia; tecnica: teatro di movimento, di figura e maschera.

La rassegna Il Teatro Siete Voi – Palcoscenico Polesine conta 13 spettacoli per le scuole, 10 spettacoli per le famiglie e 10 laboratori teatrali dai 6 ai 19 anni. Il Teatro Siete Voi è un progetto di Irene Lissandrin per ViviRovigo, col sostegno di Circuito regionale multidisciplinare Arteven, Mic e Regione Veneto, il contributo e la collaborazione della Provincia di Rovigo con RetEventi e Fondazione Cassa di risparmio di Padova e Rovigo, il patrocinio di Fondazione Banca del monte di Rovigo, il sostegno di Fondazione Rovigo cultura, la partnership dei comuni di Rovigo, Lendinara, Porto Viro, Badia Polesine, Adria, Occhiobello, Costa di Rovigo, Villanova del Ghebbo, Trecenta, Lusia, Ariano nel Polesine, Gaiba, San Martino di Venezze, San Bellino, Pontecchio, Rosolina, Taglio di Po, Loreo, Fiesso Umbertiano, Giacciano con Baruchella, Pettorazza Grimani, Bergantino, Stienta, Canda, Corbola, Ficarolo.

UFFICIO STAMPA COMUNE DI ROVIGO

RISONANZE MEDIATICHE HA APPENA COMPIUTO 10 ANNI, un traguardo importante per una realtà nata nei Campi Flegrei e, dopo un breve periodo di sospensione, è rinata, nel novembre 2018, nel Polesine ed in particolare ad Occhiobello dove la popolazione sta progressivamente apprezzando sempre di più il lavoro di informazione preciso, chiaro, libero, indipendente





Commenti